Coronavirus Tortona, 28 casi sospetti tra le Suore Missionarie della Carità

coronavirus suore tortona

Sono state sottoposte ai controlli in ospedale le 28 Suore Missionarie della Carità di una struttura di Tortona che risultano casi sospetti di coronavirus. Il convento, da quanto si apprende è stato evacuato e sono in corso gli interventi di sanificazione delle stanze. Dopo l’allarme scattato nella notte tra l’11 e il 12 marzo, infatti, il convento è stato evacuato. IL Comune ha comunicato che delle 41 suore che in totale occupano la struttura, soltanto 24 necessitano di cure specializzate. Oltre a loro, però, sono stati controllati anche i 5 dipendenti.

Coronavirus Tortona, Suore della Carità

Sono stati segnalati alcuni casi sospetti di coronavirus anche nella Casa Madre delle Piccole Suore Missionarie della Carità di Tortona. “Abbiamo ricevuto una segnalazione dalla casa madre – ha spiegato il sindaco di Tortona, Federico Chiodi – e abbiamo subito contattato l’Asl e l’Unità di Crisi”.

Su 41 delle monache che occupato il convento, infatti, sarebbero 28 i casi sospetti. Di questi, però, soltanto 24 necessitano di specifiche cure ospedaliere. Anche 5 dipendenti sono stati sottoposti ai controlli preventivi, ma non risultano contagiati. La Casa è stata evacuata e nelle stanza sono in corso le operazioni di sanificazione degli ambienti.

Per i dipendenti, da quanto si apprende, è prevista la quarantena domiciliare, mentre le suore malate verranno ricoverate all’ospedale di Tortona. Le altre, invece, rimarranno in isolamento nell’edificio. L’allarme era scattato nella notte fra l’11 e il 12 marzo: alcune suore avevano accusato febbre e difficoltà respiratorie. In seguito ai risultati dei test sono stati scoperti diversi casi di Covid-19. A riferire la notizia è stato il Comune: “Stiamo analizzando la situazione”, si è limitato a dichiarare il primo cittadino.