Coronavirus, Tortorella (Consulcesi): 'In Dl grave mancanza borse specialità medici'

Coronavirus, Tortorella (Consulcesi): 'In Dl grave mancanza borse specialità medici'

Roma, 24 mar. (Adnkronos Salute) – "Cancellare i fondi per le borse di specialità in medicina con l’ultimo decreto legge emanato dal governo è stato un colpo di spugna che non ci voleva. In un momento in cui il Servizio sanitario è sotto pressione per l’emergenza coronavirus, sarebbe stato doveroso dare un segnale ai giovani medici che rappresentano il futuro del nostro Ssn". È il commento di Massimo Tortorella, presidente Consulcesi, all’ultimo provvedimento con le misure specifiche per la sanità, annunciato dal Consiglio dei ministri. A pronunciarsi sul tema anche il Presidente Fnomceo Filippo Anelli, chiedendo, in una nota, un ulteriore impegno al Governo su borse di studio per evitare un gap formativo in futuro.

È forte il rammarico della Sigm, il Segretariato italiano giovani medici, che affida a un post sulla pagina Facebook – che conta oltre 22 mila contatti attivi – il resoconto della vicenda: "Il 26 febbraio abbiamo incontrato il ministro dell'Istruzione e abbiamo ribadito l'assoluta necessità di inserire un numero di contratti adeguato per il concorso di specialità. Il ministro sembrava aver compreso, anche se a causa di questa emergenza, che solo con un finanziamento di nuovi contratti di formazione, il nostro Ssn resterà un giorno in piedi. Viene poi pubblicato il testo definitivo del Dl. Cancellato ogni stanziamento per le borse. Ancora una volta, una manovra dell'ultimo minuto, ha eliminato quello che era stato inserito nella bozza. I giovani medici hanno deciso di reagire e farsi sentire come mai prima d'ora …e lo vogliamo fare in tutte le vie. Invitiamo a tal scopo tutte le associazioni e gruppi di studenti a collaborare insieme nella mobilitazione. Dobbiamo muoverci uniti", si legge ancora nel post Facebook.

A rispondere alla richiesta di aiuto del Segretariato italiano giovani medici Sigm è Consulcesi, network di tutela legale specializzato in ambito sanitario. Proprio ieri infatti, Sigm e Consulcesi hanno stipulato un accordo d’intesa, a titolo gratuito, in cui Consulcesi si impegna ad offrire ai giovani camici bianchi un pacchetto di servizi e agevolazioni assicurative e legali, mirate proprio a sostenere al meglio il giovane medico che si avvia alla professione.

"Siamo soddisfatti di questo accordo con Consulcesi – dichiara Claudia Marotta, presidente Sigm – per noi è importante che sia le istituzioni che le altre realtà vicine al mondo della sanità ci mostrino attenzione in questo momento; perché tutti uniti potremo decidere le sorti e portare avanti la classe medica del nostro Paese". Gli iscritti a Sigm potranno accedere gratuitamente alla polizza assicurativa, nonché a servizi di consulenza legale altamente specializzati su problemi di natura lavorativa civile e penale in ambito sanitario. Potranno, inoltre usufruire di oltre 200 corsi di formazione Ecm e dell’accesso gratuito alla World Scientific Press. Per potersi iscrivere, visitare il sito o chiamare il numero 800135938.

"Da sempre al fianco dei giovani medici con le battaglie contro il numero chiuso, per l’accesso libero alla facoltà di Medicina e attraverso le vertenze legali per gli ex specializzandi, anche oggi Consulcesi si schiera al fianco dei giovani medici", dichiara Tortorella.