Coronavirus, Toti: fare polemiche è avvilente per la politica

Fos

Genova, 4 feb. (askanews) - "Non trovo scandaloso che qualcuno proponga, trovo giusto discutere laicamente di tutte le idee che sono sul tavolo. Fare polemica e costruire contrapposizioni sul coronavirus mi sembra piuttosto avvilente per la politica". Così il governatore della Liguria, Giovanni Toti, ha commentato la richiesta di misure restrittive da applicare alle scuole avanzata dai governatore leghisti del Nord per evitare la diffusione del coronavirus.

"Occorre - ha sottolineato il governatore ligure - non fare allarmismo perché parliamo di un virus con tasso di mortalità molto basso, il 10% rispetto alla Sars e probabilmente anche inferiore alla normale influenza. Occorre non minimizzare perché è giusto tenere la popolazione informata e prendere tutte le misure necessarie. E' giusto che le Regioni si assumano onere e onore di fare proposte che, poi, vanno valutate laicamente. Non mi sento - ha affermato Toti - né di biasimare né di applaudire nessuna proposta a priori. Occorre ragionarci su con spirito costruttivo". 

"Sto cercando - ha sottolineato il governatore della Liguria - di collaborare e interloquire costruttivamente con le autorità di governo e con il commissario Angelo Borrelli che ha un rapporto molto stretto con questa regione. Siamo pronti a mettere in campo quello che servirà. Sulla proposta degli amici governatori di Lombardia, Veneto e Friuli bisognerà discutere nelle prossime settimane in Conferenza della Regioni".

(segue)