Coronavirus, Travaglio: "Conte non è un pirla e altri rosicano"

webinfo@adnkronos.com

"Alcuni che rosicano criticano Conte se si è messo la pochette o meno, hanno scoperto che non è un pirla e rosicano". Marco Travaglio si esprime così a Otto e Mezzo, su La7. "Il confine viene marcato in maniera netta quando si fanno critiche pretestuose basate sul falso e critiche nel merito. Invece si discute della conferenza stampa alle 22.45 o alle 23.20, se" Conte "si è messo la pochette o non se l'è messa. Cialtronate propagandistiche frutto del rosicamento per aver sbagliato a dipingere il presidente del Consiglio come un pirla quando invece si è dimostrato all'altezza della situazione. Criticare nel merito è un'altra cosa", dice Travaglio. "Questi stanno facendo cose che nessuno è stato chiamato a fare nella storia repubblicana e monarchica", aggiunge. 

"Sabato non è stato possibile organizzare una conferenza stampa, c'è stato un intervento diffuso dai canali della presidenza del Consiglio ai quali si è agganciata anche la pagina di Conte. Nel caso di questo nuovo decreto i tempi son