Coronavirus, Trentino: 74 casi positivi, 4 in terapia intensiva

Cro/Ska

Roma, 11 mar. (askanews) - Nel corso dell'appuntamento quotidiano con la stampa il presidente della Provincia autonoma di Trento Maurizio Fugatti e l'assessore alla salute Stefania Segnana hanno comunicato i dati relativi ai casi risultati positivi al coronavirus sul nostro territorio. Sono 74, considerato che 3 sono stati dichiarati guariti: due i casi citati ieri, più una persona di Pergine Valsugana già dimessa. Risultano 4 i casi critici in terapia intensiva.

"I segnali sono di una portata in crescita dell'infezione" ha detto il presidente. "Il messaggio che vogliamo dare è l'applicazione sul nostro territorio dell'indicazione nazionale: #iorestoacasa. I trentini hanno sempre dimostrato forte coscienza civica e maturità nell'interpretazione di quanto sta capitando. Il mio appello è quello di rispettare le indicazioni", ha ribadito Fugatti, che ha anticipato l'intenzione di seguire un percorso comune alle altre Regioni, adeguandosi alle ulteriori indicazioni nazionali che potrebbero essere diramate nelle prossime ore, nella logica di unità tra i territori e di massima prevenzione, anche in una fase di non gravità estrema quale sta vivendo in questo momento il Trentino. L'assessore Segnana ha precisato che attualmente sono in corso 28 ricoveri e 43 persone sono in assistenza domiciliare; quindi ha dato conto delle varie situazioni territoriali. L'assessore ha poi riferito di un accordo siglato con l'Università di Verona per rendere disponibili i medici specializzandi che stanno usufruendo attualmente di una borsa di studio provinciale per la formazione, così da incrementare la presenza degli operatori sanitari negli ospedali trentini. Alla conferenza stampa è intervenuto anche Edoardo Meneghini, presidente del Consiglio degli studenti dell'Università di Trento, che ha presentato una raccolta fondi avviata sulla piattaforma Gofundme dai giovani universitari (le donazioni hanno già raggiunto i 100 mila euro). Il presidente di Confinduistria Trento Fausto Manzana ha riportato la richiesta di tanti imprenditori a contribuire in qualche modo al sostegno alla sanità locale: "Sappiamo che non sono queste le somme che fanno la differenza, ma i piccoli fatti fanno la comunità, siamo certi che riusciremo a uscire da questa crisi: dopo ogni notte sorge il sole", ha detto.

In presenza di queste iniziative e del desiderio di partecipazione di tanti cittadini è stato attivato dall'Azienda sanitaria trentina un conto corrente dedicato alle donazioni, questo l'IBAN: IT96J0200801802000102416554. Un appello a donare per aiutare la sanità trentina è stato quindi lanciato dalla conduttrice Barbara Pedrotti, testimonial della raccolta, attraverso un video.