Coronavirus, Trento: deceduta operatrice sociosanitario 49enne

·2 minuto per la lettura
Covid
Covid

Nella giornata di domenica 14 febbraio, in provincia di Trento si è registrata una nuova vittima provocata dal SARS-CoV-2: si tratta di Federica Ferino, un’operatrice sociosanitaria di 49 anni.

Covid, Federica Ferino: operatrice sociosanitaria morta a 49 anni

Federica Ferino era un’operatrice sociosanitaria di 49 anni, impiegata presso l’ospedale Santa Maria del Carmine di Rovereto, in provincia di Trento. La donna, sempre solare e disponibile con colleghi e pazienti, è deceduta pochi giorni dopo aver scoperto di aver contratto il coronavirus.

Il decorso della malattia è stato vissuto da Federica Ferino presso la propria abitazione, situata nelle vicinanze del nosocomio. Tuttavia, le condizioni della 49enne si sono rapidamente aggravate nella giornata di domenica 14, inducendone il decesso. A nulla sono valsi i soccorsi forniti e la corsa verso il vicino pronto soccorso.

L’operatrice sociosanitaria, conosciuta da tutti semplicemente come “Fede” o “Chicca”, lascia tre figli che, come ricordano amiche e colleghe, «erano tutta la sua vita, insieme all’ospedale».

Il ricordo del direttore Pier Paolo Benotollo

La prematura scomparsa di Federica Ferino è stata commentata dal direttore dell’Azienda Sanitaria, Pier PaoloBenotollo, che ha ricordato la donna con le seguenti parole: «Era una professionista benvoluta da tutti e la sua scomparsa è stata improvvisa. Era positiva al Covid, ma al momento non possiamo né escludere né confermare che il virus sia stato la causa del decesso, considerata la presenza di altre patologie. Si tratta comunque di una notizia che ci addolora e facciamo le condoglianze alla sua famiglia».

L’operatrice sociosanitaria 49enne può essere considerata, presumibilmente, come la seconda vittima del Covid registrata tra il personale sanitario in Trentino. Il 30 marzo 2020, a causa del virus, infatti, si è spenda la dottoressa Gaetana Trimarchi, 58 anni, impiegata in qualità di guardia medica a Pozza di Fassa.