Coronavirus, Trump: "Avevo chiesto 2,5 miliardi, me ne date 8,3"

webinfo@adnkronos.com

"Abbiamo firmato il pacchetto per 8,3 miliardi. Ne aveano chiesti 2,5, ne ho avuti 8,3, li prendo". E' quanto ha detto Donald Trump firmando oggi alla Casa Bianca il pacchetto di stanziamenti di emergenza per combattere il coronavirus. Il Congresso, dopo giorni di negoziati tra democratici e repubblicani, ha effettivamente più che triplicato l'iniziale richiesta avanzata da Trump.  

Il pacchetto firmato dal presidente prevede, tra l'altro, uno stanziamento di 2,2 miliardi di dollari destinate ad azioni delle agenzie sanitarie per prevenire ed impedire la diffusione del virus. E anche tre miliardi di dollari per le ricerche per sviluppare il vaccino.  

Dopo le critiche, bipartisan, della richiesta iniziale di Trump, ritenuta insufficiente, sono andati avanti per una settimana i negoziati a Capitol Hill per il nuovo pacchetto che si sono conclusi con l'approvazione, largamente bipartisan, mercoledì alla Camera ed ieri al Senato. Ad oggi sono 200 i casi di coronavirus registrati in 18 stati americani.