Coronavirus, Trump: "Usa preparati, niente panico"

webinfo@adnkronos.com

"Abbiamo 22 pazienti negli Stati Uniti, una persona è morta. Una persona di oltre 50 anni, una paziente ad alto rischio. Altri 4 sono molto malati. A prescindere dalla circostanze, siamo preparati. Niente panico, non c'è motivo". Donald Trump fa il punto sull'epidemia di coronavirus negli Stati Uniti. "Altri casi sono probabili, ma chi è in salute dovrebbe recuperare completamente. Se state bene, passerete attraverso un processo e starete bene. Stiamo adottando misure più severe nella storia moderna per contrastare la diffusione del virus, ci siamo mossi molto velocemente. Il 31 gennaio ho imposto restrizioni ai viaggi relative a persone provenienti dalla Cina, ora la Cina sta facendo enormi progressi. I numeri stanno scendendo, le decisioni" prese "ci hanno dato il tempo necessario per agire". 

"Abbiamo intrapreso le azioni più aggressive contro il coronavirus: siamo la prima destinazione dei viaggi e abbiamo un numero di casi nettamente inferiore rispetto a paesi più piccoli. Lunedì in un incontro alla Casa Bianca con compagnie farmaceutiche, parleremo dello sviluppo di un vaccino, abbiamo primi feedback positivi", dice ancora. "A prescindere dalla circostanze, siamo preparati".