Coronavirus, turista bergamasca festeggia compleanno in ospedale

Turista bergamasca colpita da Coronavirus festeggia compleanno

La turista bergamasca positiva al Coronavirus ha deciso di festeggiare il proprio compleanno mentre si trova in cura nell’ospedale di Palermo. La donna ha 66 anni ed era in vacanza con una comitiva in Sicilia quando ha iniziato ad accusare i primi sintomi. Una situazione che però non le ha fatto perdere l’entusiasmo e la voglia di festeggiare il proprio compleanno. Insieme al personale sanitario ha festeggiato nel reparto di isolamento dell’istituto sanitario.

Coronavirus, turista bergamasca festeggia compleanno

Come ha riportato Fanpage, si è trattato di un compleanno sicuramente atipico, ma pur sempre un compleanno che non dimenticherà facilmente. Il tutto è andato in scena giovedì 27 febbraio, quando la donna ha spento le sue 66 candeline nell’ospedale dove è ricoverata da lunedì. La festa gliel’hanno organizzata proprio gli operatori sanitari che si sono autotassati per comprarle una torta e dei pensierini personali.

I festeggiamenti sono avvenuti nella stanza dove si trova in isolamento. Gli invitati erano i medici e gli assistenti che l’hanno curata, vestiti con tute integrali, calzari e mascherine per evitare il contagio. La donna ha anche ricevuto un bel regalo: migliorate infatti le sue condizioni di salute. Intanto l’assessore alla Salute Ruggero Razza ha confermato che tre dei quattro pazienti risultati positivi ai test sul coronavirus sono guariti, mentre rimane un quarto paziente in fase avanzata di guarigione: “In Sicilia, ribadisco, non esiste un focolaio: i casi registrati riguardano persone giunte dalla Lombardia”.

Angelo Borrelli, commissario per l’emergenza Coronavirus, ha fornito intanto il nuovo bollettino sulla situazione in Italia. “Le persone ammalate da Coronavirus sono in totale 821 – dice – a cui si aggiungono 46 guariti e 21 deceduti. Sui deceduti voglio precisare che si tratta di persone decedute – oggi sono tre ultra 80enni e un ultra 77enne – che non sappiamo se sono decedute a causa del Coronavirus. La metà, 412, sono persone asintomatiche o con sintomi lievissimi e quindi non ospedalizzate. Poi ci sono 345 persone ricoverate negli ospedali con sintomi e 64 in terapia intensiva. Quindi rispetto a ieri un incremento di otto unità”.