Coronavirus, Ue propone stop a viaggi verso l'Europa

webinfo@adnkronos.com

Nel corso della videoconferenza tra i Paesi del G7 tenuta oggi "abbiamo informato i nostri partner che proporremo di introdurre una restrizione temporanea ai viaggi non essenziali verso l'Ue". Lo dice la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, in conferenza stampa a Bruxelles.  

Le restrizioni, che dureranno inizialmente per "un periodo di trenta giorni", sono necessarie, spiega von der Leyen, "per non diffondere ulteriormente il virus, sia arrivando nell'Ue che lasciandola". Inoltre, i viaggi non essenziali devono essere ridotti "per non porre ulteriori oneri" a carico dei "nostri servizi sanitari", che sono già sotto pressione.  

"Naturalmente ci saranno eccezioni, come per i cittadini Ue che ritornano a casa", per i "lavoratori del settore sanità" e per gli scienziati che lavorano alla Covid-19, conclude von der Leyen, specificando che i cittadini britannici "sono cittadini europei", quindi "naturalmente non ci sono restrizioni per i cittadini del Regno Unito che viaggiano verso il Continente".