Coronavirus, ultime notizie sul covid in Italia e nel mondo

webinfo@adnkronos.com
·3 minuto per la lettura

Le news sulla pandemia oggi dall’Italia e dal mondo. I dati sui contagi, le ultime notizie su Lombardia, Lazio, Piemonte e le altre regioni.

11.03 - La Russia registra 16.202 nuovi casi di coronavirus e un triste record con 346 decessi in 24 ore. I dati ufficiali riportati dall'agenzia Tass parlano di un totale di 26.935 morti dall'inizio dell'emergenza sanitaria. I contagi sono almeno 1.563.976. La Russia, con circa 145 milioni di abitanti, è il quarto Paese più colpito dopo Stati Uniti, India e Brasile.

10.20 - Quali sono le mascherine da mettere? Lo domanda Giovanni Floris alla virologa Ilaria Capua che fa un paragone con le creme solari. "Un irlandese dai capelli rossi non deve usare la stessa protezione di una persona dalle pelle scura", sottolinea l'esperta aggiungendo: "Il primo ha bisogno di proteggersi di più, perché rischia di scottarsi. Gli diamo una crema con altissima protezione", dice Capua ospite di 'DiMartedì' su La7.

10.01 - "Il mio osservatorio è piuttosto indicativo, il 60% dei pazienti" positivi al coronavirus "che giungono in ospedale vengono dimessi nelle 10 ore successive. Sono i cosiddetti codici verdi". Sono le parole del professor Alberto Zangrillo, prorettore dell'Università San Raffaele, a La vita in diretta. "E' indubbio che il virus circoli e sia estremamente contagioso. Le misure prese dal governo mirano a limitare gli spostamenti. Se vogliamo arrivare al controllo assoluto, non ci riusciremo mai", dice.

ORE 9.47 - “Con ogni probabilità il vaccino contro il Covid arriverà tra fine gennaio e inizio febbraio. Ma per una vaccinazione diffusa e per vedere i primi effetti sulla pandemia bisognerà aspettare l'estate, mentre si potrà tornare a una vita normale a fine 2021”. Così Guido Rasi, direttore esecutivo dell'Ema, l'Agenzia europea del farmaco che dovrà dare il via libera alla commercializzazione dei vaccini nel nostro continente. Dalle pagine di Repubblica, il microbiologo lancia un allarme: “Se i governi non preparano subito piani per la vaccinazione rischiamo di rallentare il processo di 4-5 mesi e di pagare l'inazione, così come oggi scontiamo alcuni errori del recente passato. Tecnicamente è ancora possibile, ma è estremamente difficile, se non improbabile disporre di un vaccino entro Natale.

ORE 9.23 - "L'epidemia" di Covid-19 "è ormai diffusa in tutto il Paese, non più localizzata. In queste settimane stiamo vivendo una crescita dell'incidenza" di nuovi casi. L'indice di contagio "Rt è superiore a 1 in tutte le Regioni, con alcune realtà anche significativamente sopra 1". Lo evidenzia il presidente dell'Istituto superiore di sanità (Iss) Silvio Brusaferro,

ORE 8.55 - La Russia registra 16.202 nuovi casi di coronavirus e un triste record con 346 decessi in 24 ore. I dati ufficiali riportati dall'agenzia Tass parlano di un totale di 26.935 morti dall'inizio dell'emergenza sanitaria. I contagi sono almeno 1.563.976. La Russia, con circa 145 milioni di abitanti, è il quarto Paese più colpito dopo Stati Uniti, India e Brasile.

ORE 8.44 - La Germania registra 14.964 nuovi casi di Covid-19. Si tratta del dato più alto dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Il bollettino dell'Istituto Robert Koch parla anche di altri 85 decessi a causa della pandemia di coronavirus, facendo salire il bilancio dei contagi a 464.239 e dei morti a 10.183 morti dall'inizio dell'emergenza sanitaria.

ORE 8.13 - A Melbourne in Australia riaprono - dopo tre mesi di lockdown - negozi e ristoranti. Le prime misure risalgono in realtà a inizio luglio, quando si registravano circa 200 casi di contagio al giorno. Poi a inizio agosto, con quasi 700 casi al giorno, il premier Daniel Andrews - finito sotto accusa per il lockdown duro - dichiarava uno stato di emergenza e nuove restrizioni in tutto lo stato.

ORE 7.36 - Bar e pub chiusi, consentito solo l'asporto. Limitati gli incontri. Chiusi cinema, teatri, piscine e palestre. Pernottamenti negli alberghi consentiti solo per valide ragioni. Sono queste alcune delle nuove misure che sarebbero la proposta della Germania per contrastare la diffusione del coronavirus.