Coronavirus, Ungaro(Iv): italiani in Ue leggano siti ambasciate

Red/Lsa

Roma, 13 mar. (askanews) - "Sin dalle prime notizie del blocco dei voli in Europa mi sono attivato con le nostre Ambasciate in Spagna, Grecia, Malta e Gran Bretagna per verificare con loro la situazione dei nostri connazionali, soprattutto per chi dovesse tornare in Italia. La situazione è sotto controllo e pertanto invito pertanto gli italiani ancora bloccati in Europa a mettersi in contatto con le nostre rappresentanze diplomatiche che, con tutti i canali media possibili e i relativi siti istituzionali, si sono già attivate per dare assistenza a chi deve rientrare". Ne dà notizia Massimo Ungaro, deputato di Italia Viva eletto nella Circoscrizione Estero-Europa che ricorda le moidalità di spostamento ancora attive: "l'aereo che da La Valletta (Malta) che è da poco atterrato a Fiumicino, la linea traghetto Barcellona - Civitavecchia attiva con cadenza quotidiana o le linee ferroviarie europee con destinazione nazionale, ad oggi aperte".

Ungaro riferisce inoltre di aver contattato l'Ambasciata Svizzera in Italia per la questione dei transfrontalieri italiani "affinché si evitino episodi di discriminazioni o ritorsioni in ambito lavorativo e si attuino tutte le misure più utili per evitare il contagio, essendo le norme elvetiche meno restrittive di quelle messe in atto in Italia. Per questo mi auguro che, guardando alla situazione critica che sta attraversando l'Italia, i partner continentali si attivino con azioni di solidarietà e misure simili. In primis Gran Bretagna e Svizzera che devono fare di più".