Coronavirus, UNICEF: 3 mld non hanno servizi per lavarsi mani -2-

Mos

Roma, 14 mar. (askanews) - Mentre la pandemia continua a diffondersi, l'UNICEF ricorda l'importanza di lavare le mani come una delle misure preventive principali contro il COVID-19 e chiede nuovi impegni per fornire accesso a questo intervento basilare per la salute pubblica, nel mondo. In diverse parti del mondo bambini, genitori, insegnanti, operatori sanitari e altri membri della comunità non hanno accesso a servizi di base per lavare le mani a casa, nelle strutture sanitarie, nelle scuole o in altri luoghi. Secondo gli ultimi dati, il 16% delle strutture sanitarie, ovvero circa 1 su 6, non dispone di servizi igienici funzionanti o di servizi per il lavaggio delle mani nei punti di cura per i pazienti. "Lavare le mani con il sapone è una delle cose più concrete e meno care che si possano fare per proteggere noi stessi e gli altri dal coronavirus, così come da diverse altre malattie infettive. Ma per miliardi di persone, anche questa azione semplicissima non è possibile," ha dichiarato Sanjay Wijesekera, Direttore dei Programmi UNICEF. "Non è una bacchetta magica, ma è importante assicurarsi che le persone sappiano quali passi devono compiere per mantenere loro stessi e le famiglie al sicuro, mentre portiamo avanti le nostre azioni, che proseguono da molto tempo, per rendere l'igiene e i servizi igienici di base disponibili per tutti". (Segue)