Coronavirus, Unicef: lanciato piano globale risposta umanitaria

red/Mgi

Roma, 25 mar. (askanews) - "In pochi mesi, il COVID-19 ha sconvolto le vite dei bambini in tutto il mondo. Centinaia di milioni non vanno a scuola. I genitori e coloro che si prendono cura dei bambini hanno perso il lavoro. I confini sono chiusi. I bambini sono le vittime nascoste di questa pandemia. Siamo preoccupati per le conseguenze di breve e lungo periodo sulla loro salute, il benessere, lo sviluppo e le prospettive": lo ha dichiarato Henrietta Fore, Direttore generale dell'UNICEF.

"Siamo preoccupati per la mancanza di accesso a servizi idrici e igienici. Come sapete, lavare le mani con il sapone è fondamentale nella lotta contro il COVID-19. Già adesso, il 40% della popolazione mondiale - 3 miliardi di persone - non ha a casa servizi con acqua e sapone per lavarsi le mani. Ancora peggio, il 16% delle strutture sanitarie, o 1 su 6, non ha servizi igienici. Un terzo delle scuole nel mondo e la metà delle scuole nei paesi meno sviluppati non ha spazi per i bambini per lavarsi le mani. (Segue)