"Coronavirus in Usa anche anno prossimo"

webinfo@adnkronos.com

"Non sappiamo molto di questo virus. Probabilmente resterà con noi oltre questa stagione, più in là di quest'anno. Credo che il coronavirus troverà un punto d'appoggio e avremo una trasmissione all'interno della comunità". E' il quadro che Robert Redfield, direttore dei Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, delinea alla Cnn in relazione all'impatto del coronavirus negli Stati Uniti. "In questo momento siamo in modalità di contenimento aggressivo", dice. 

Negli Usa sono segnalati 15 casi di contagio in 7 stati: 8 casi in California, 2 in Illinois, 1 in Arizona, Washington, Massachusetts, Wisconsin e Texas. "La fase di contenimento serve a garantirci più tempo. Ad un certo punto questo diventerà un 'community virus', quest'anno o il prossimo. Non abbiamo nessun elemento" per pensare che "questo coronavirus si sia insediato nella comunità in questo momento. Vogliamo aumentare il controllo per poter arrivare a conclusioni fondate sui dati".