Coronavirus, Usa: record di domande per la disoccupazione

Coronavirus, negli Usa record di richieste disoccupazione

Negli Usa, il numero di richieste per ricevere la disoccupazione cresce, come il numero dei contagi da Coronavirus. A seguito della chiusura di tante aziende, esercizi commerciali, palestre e così via, la quantità di americani che si ritrova a casa senza un lavoro aumenta.

Coronavirus e disoccupazione

Secondo una stima, circa 3,3 milioni di persone hanno fatto richiesta online del benefit di disoccupazione, registrando un picco senza precedenti. Negli Usa, non era mai successo che interi settori dell’economia venissero bloccati.

Alcuni Stati vedono un numero di richieste superiori ad altri, come nel caso della Pennysilvania con 373,908 cittadini richiedenti sussidio, ovvero circa il 5,8% della forza lavoro. Ohio e California si piazzano rispettivamente al secondo e terzo posto della classifica degli Stati americani con più domande di disoccupazione (188mila e 187mila).

La crisi del lavoro negli Usa

Secondo gli esperti chi ha lavorato finora nei servizi, nel settore manifatturiero e nelle costruzioni, verrà colpito più duramente dalla crisi economica che affliggerà gli Usa. Queste persone, infatti, rappresentano un terzo della forza lavoro, stiamo parlando di circa 53 milioni di lavoratori.

Le richieste di disoccupazione sono talmente tante che i portali web dei dipartimenti per il lavoro, in molti Stati risultano offline o in manutenzione. Anche le linee telefoniche stanno subendo un traffico esorbitante. Sembra che oltre alla paura di doversi difendere nella propria casa, ci sia anche quella di perdere per sempre il lavoro di una vita.