Coronavirus, Usa: spesi 7,3 milioni per provette inutilizzabili

A24/Pca

New York, 22 giu. (askanews) - Da maggio, l'amministrazione statunitense ha versato 7,3 milioni di dollari a una neonata societ del Texas per la fornitura di provette per i test sul coronavirus. Provette, per, che non sono di una misura adatta per essere usate nelle analisi di laboratorio; inoltre, gli esperti hanno spiegato che il processo di produzione non avrebbe rispettato gli standard per garantire la sterilit delle provette e, quindi, la correttezza dei risultati dei test. A rivelarlo stata un'indagine di ProPublica e Mother Jones.

La Fema, l'equivalente della Protezione civile, ha firmato l'accordo con Fillakit il 7 maggio, sei giorni dopo la creazione della societ da parte di un ex venditore telefonico accusato pi volte di frode negli ultimi due decenni. (segue)