Coronavirus Usa, Trump: “Per chi non ha l’assicurazione cure gratis”

coronavirus usa cure gratis

Donald Trump per l’emergenza coronavirus rassicura i connazionali: “In USA cure gratis per tutti”. Con o senza assicurazione sanitaria gli americani potranno godere di cure gratuite con “rimborsi dal governo federale”.

Coronavirus USA, Trump: “Cure gratis”

Donald Trump ha annunciato che il governo americano si farà carico di tutte le cure per il coronavirus. Nessun assicurazione sanitaria, quindi. Tutti coloro che non disporranno di sussidi economici, concernenti la stessa assicurazione, potranno comunque godere di cure gratis.

La notizia sembra far tirare un sospiro di sollievo, a tutti quegli americani che si sono visti arrivare a casa un conto salatissimo per le cure ricevute. Basti pensare che un tampone costa 907 dollari, all’incirca 900 euro, ed una cura completa 35 mila dollari, ovvero all’incirca 33mila euro. I dati, dichiarati da una paziente che aveva subito un trattamento di terapia da covid-19, adesso sembrano essere solo un brutto ricordo.

Posso così orgogliosamente annunciare che gli ospedali e gli operatori sanitari che curano i pazienti con coronavirus non assicurati saranno rimborsati dal governo federale utilizzando i fondi del pacchetto di aiuti economici“, ha dichiarato il presidente Donald Trump.

La crisi americana: America come l’Italia?

La notizia di aiuto per gli ammalati arriva in contemporanea ad un rapporto federale che mostra oltre 700.000 posti di lavoro persi. C’è una forte crescita di disoccupazione dopo la chiusura a marzo delle aziende a causa del coronavirus. Quasi 10 milioni di americani hanno fatto la domanda per l’indennità di disoccupazione.

Trump silura Atkinson

Donald Trump apre agli americani, ma chiude a Michael Atkinson. L’ispettore generale che aveva lanciato l’allarme sulle denunce del “whistleblower”, quelle che hanno portato all’impeachment del presidente americano è stato sollevato per mancanza di fiducia del presidente. “E’ cruciale che io abbia piena fiducia nella persona che riveste l’incarico di ispettore generale – scrive Trump – E questo non è più il caso per quanto riguarda questo ispettore generale”.

Il presidente della commissione Intelligence della Camera Adam Schiff, a cui Trump ha scritto una missiva, crede che si tratti di “sfacciato tentativo di distruggere l’indipendenza della comunità di Intelligence e di una rappresaglia contro coloro che osano denunciare le malefatte del presidente”. Per Schiff “espone il nostro Paese e la sicurezza nazionale a un rischio ancora più grande”.