Coronavirus, vanno a caccia di Pokemon: denunciati

webinfo@adnkronos.com

Continuano incessanti i controlli dei carabinieri della Compagnia di Corigliano Calabro per far rispettare le restrizioni alla circolazione previste dal DPCM dell’8 marzo 2020 e successive modifiche, nonché le disposizioni comunali approvate, che hanno portato in questi primi dieci giorni a denunciare per inottemperanza agli ordini dell’Autorità o falsa attestazione a pubblico ufficiale, 119 persone nell’intera giurisdizione, di cui quasi la metà solo nell’area di Corigliano Calabro. Nei giorni scorsi una pattuglia della stazione di San Demetrio Corone impegnata nei predetti controlli ha notato due ragazzi che, a testa bassa e con gli smartphone in mano, girovagavano nei pressi della Piazza Monumento.   

Fermati dai Carabinieri ed interrogati su cosa ci facessero in giro per il paese e se avessero un giustificato motivo per circolare, gli stessi con assoluta tranquillità hanno affermato che stavano cercando un Pokemon d’attacco dietro il monumento dei Caduti e che appena trovato sarebbero rincasati. I giovani, entrambi 28enni del posto ed incensurati, sono stati denunciati penalmente per la violazione dell’art. 650, nonché invitati a fare subito rientro presso le rispettive abitazioni. 

  • Fermato per un controllo sputa in faccia al carabiniere e accoltella l’altro
    Notizie
    notizie.it

    Fermato per un controllo sputa in faccia al carabiniere e accoltella l’altro

    Un uomo viene fermato per un controllo ma sputa in faccia a un carabiniere e accoltella l'altro alla mano: tragedia a Firenze.

  • Borrelli: "Seconda ondata? Possibilità di ritorno per chi non è stato colpito"
    Notizie
    Adnkronos

    Borrelli: "Seconda ondata? Possibilità di ritorno per chi non è stato colpito"

    "Questa situazione ci permette di respirare anche soprattutto per quelle che sono le strutture sanitarie, le terapie intensive, i ricoveri, anche il nostro personale sanitario e le strutture soprattutto si stanno alleggerendo di un carico di lavoro che ogni giorno era sempre più forte e comportava pesanti sacrifici e impegni straordinari per trovare nuovi posti di ricovero e cura. Si tratta di una situazione che ci permette di gestire l'emergenza con minore affanno e ovviamente questo perché sono stati posti in essere comportamenti che assolutamente devono permanere". Lo ha detto Angelo Borrellli capo della Protezione civile, ospite del programma Circo Massimo su Radio Capital commentando la "situazione pianeggiante" nella quale il Paese si trova attualmente in termini di contagi.  Sulla circolare del Ministero degli Interni che è parsa autorizzare, salvo precisazione successiva, 'l'ora d'aria' per i bambini Borrelli dice: "Bisogna andare avanti con il massimo rigore, anche la circolare esterna alla luce di quelli che sono stati i chiarimenti, di fatto non sposta i termini dei comportamenti, dobbiamo fare assolutamente attenzione per evitare di trovarci in una situazione nella quale ci sfugge nuovamente la catena dei contagi e ribadiamo che l'ora d'aria è una misura non ancora operativa e bisogna rispettare le regole di prudenza e stare in casa". Nell'ottica della ripresa, di una fase 2 in cui si ricomincerà a convivere con il virus, "su questo scenario stanno lavorando gli esperti, la parte tecnico-scientifica, ci diranno loro quali saranno le modalità operative di questa ripresa, sicuramente le mascherine servono ma serve soprattutto il distanziamento sociale, le mascherine sono ancora un problema anche se non per i sanitari con i carichi importanti dall'estero".  La decisione sulla fase 2, ricorda ancora ai microfoni di Radio Capital il capo della Protezione Civile "è riservata agli esperti, gli unici a dover dettare la linea", mentre sulla data del 16 maggio, data individuata come inizio della fase 2 ed eventuale e lento ritorno a una relativa normalità, dice: "Se le cose non cambiano può essere ma dipende dai dati, oggi siamo in una situazione stazionare, dobbiamo vedere quando inizia a decrescere e come ritornare. Non vorrei dare date ma sicuramente il 16 maggio è un periodo di tempo lungo e da qui al 16 maggio potremo avere risultati ancora ulteriormente positivi che consigliano di riprendere le attività nella fase 2". Sul "conflitto" riaperto con le regioni e le dichiarazioni di Fontana sull'autosufficienza della sanità lombarda e la mancanza di risorse dal governo centrale, Borrelli risponde: "Per quanto riguarda l'emergenza i presidenti delle Regioni sono stati nominati soggetti attuatori del capo dipartimento della Protezione Civile e il governo centrale ha garantito le risorse per l'acquisto dei dpi e degli altri dispositivi necessari per il superamento dell'emergenza. Sarebbe stato un guaio se il governo nazionale e il dipartimento della Protezione Civile avessero attratto a sé ogni competenza in materia di acquisizione di dispositivi di protezione individuale - dice - sappiamo che in ordinario queste attività sono garantite dalle Regioni perché la sanità è regionale; nel momento in cui c'é stata l'emergenza è intervenuto il dipartimento ma sono stati anche incaricati i presidenti della Regioni di poter acquisire direttamente, con risorse a carico dell'emergenza, tutto quello che era necessario". L'esigenza di avere una cabina di regia unica con l'emergenza è venuta fuori: "è evidente - conferma Angelo Borrelli - perché ci vuole, soprattutto nella gestione dell'emergenza, una regia unitaria forte, condivisa e coesa e sotto questo punto di vista ci sarà da ripensare anche al modello organizzativo". Sul problema della forniture delle mascherine "se ne sta occupando il commissario Arcuri - chiarisce Borrelli - Abbiamo avuto una esplosione di domanda di mascherine, la domanda credo sia cresciuta di 20 volte, siamo arrivati a 100 milioni di mascherine circa al mese come fabbisogno del sistema sanitario con una realtà nazionale che non aveva la capacità produttiva perché non si produceva in Italia e si tratta di far partire anche una produzione nazionale mentre si continua nella ricerca e nell'importazione di mascherine dall'estero, soprattutto sulla base degli accordi bilaterali che si sono realizzati con la Cina. Dobbiamo continuare a importare fin quando ce n'è bisogno e far crescere una produzione nazionale".  Sul rischio di una seconda ondata di virus, Borrelli dice: "C'è una possibilità di ritorno soprattutto per chi non è stato colpito, bisogna usare misure forti e precauzionali, per questo non voglio sbilanciarmi su aperture e modalità, valutazioni che devono esser fatte con attenzione e soprattutto ci deve essere anche un attento monitoraggio successivo di quello che è l'andamento della diffusione del virus".

  • Live – Non è la D’Urso: i cachet degli ospiti
    Notizie
    notizie.it

    Live – Non è la D’Urso: i cachet degli ospiti

    A quanto ammontano i cachet dei controversi ospiti di Live - Non è la D'Urso? L'indiscrezione.

  • Esperto a Casa Bianca: "Virus si può diffondere anche senza starnuti e tosse"
    Notizie
    Adnkronos

    Esperto a Casa Bianca: "Virus si può diffondere anche senza starnuti e tosse"

    "La ricerca attualmente disponibile sostiene la possibilità che" il coronavirus "possa essere diffuso tramite bioaerosol generato direttamente dall'espirazione dei pazienti". E' un passaggio della lettera che il professor Harvey Fineberg, presidente di una commissione della National Academy of Sciences, ha indirizzato alla Casa Bianca, come riferisce la Cnn. "Non indosserò una mascherina chirurgica, perché queste servono ai medici, ma potrei indossare una bella bandana stile western", ha detto Fineberg all'emittente. La lettera, ha spiegato, è stata inviata mercoledì sera in risposta ad una richiesta formulata da Kelvin Droegemeier per l'Office of Science and Technology Policy alla Casa Bianca. "Questa lettera risponde alla vostra domanda relativa alla possibilità che" il coronavirus "possa essere diffuso attraverso la conversazione, oltre che attraverso droplet prodotte da starnuti e tosse. "La ricerca attualmente disponibile sostiene la possibilità che" il coronavirus "possa essere diffuso tramite bioaerosol generato direttamente dall'espirazione dei pazienti". Alla Cnn, prosegue l'emittente, Fineberg ha dichiarato che il virus può essere diffuso anche da droplet prodotte da una persona che parla e, potenzialmente, anche da droplet prodotte dall'espirazione.

  • Coronavirus, lettera di Conte: "Cara Ursula è l'ora del coraggio"
    Notizie
    Adnkronos

    Coronavirus, lettera di Conte: "Cara Ursula è l'ora del coraggio"

    "Cara Ursula, ho apprezzato il sentimento di vicinanza e condivisione che ha ispirato le parole con cui ieri, dalle pagine di questo giornale, di sei rivolta alla nostra comunità e, in particolare al nostro personale sanitario, che, con grande sacrificio e responsabilità, è severamente impegnato nel fronteggiare questa emergenza". E' questo l'incipit della lettera, pubblicata oggi su La Repubblica, con la quale il Premier, Giuseppe Conte, risponde all'intervento della Presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen, pubblicato ieri. "Le tue parole sono la prova che la determinazione degli italiani ha scosso le coscienze di tutti, travalicando i confini nazionali e ponendo la riflessione oggi più urgente: cosa è disposta a fare l'Europa non per l'Italia ma per se stessa", sottolinea Conte.  "In questi giorni - continua Conte - ho ricordato spesso come l'emergenza che stiamo vivendo richieda una risposta straordinaria, poiché la natura e le caratteristiche della crisi in corso sono tali da mettere a repentaglio l'esistenza stessa della casa comune europea". "Non abbiamo scelta, la sfida è questa: siamo chiamati a compiere un salto di qualità che ci qualifichi come 'unione' da un punto di vista politico e sociale, prima ancora che economico", evidenzia il Presidente del Consiglio. "L’Italia sa che la ricetta per reggere questa sfida epocale non può essere affidata ai soli manuali di economia. Deve essere la solidarietà l’inchiostro con cui scrivere questa pagina di storia: la storia di Paesi che stanno contraendo debiti per difendersi da un male di cui non hanno colpa, pur di proteggere le proprie comunità, salvaguardando le vite dei suoi membri, soprattutto dei più fragili, e pur di preservare il proprio tessuto economico-sociale", spiega il premier, che continua: "La solidarietà europea, come hai tu stessa ricordato, nei primi giorni di questa crisi non si è avvertita e ora - afferma - non c’è altro tempo da perdere".  "Accogliamo con favore la proposta della Commissione europea di sostenere, attraverso il piano 'Sure' da 100 miliardi di euro, i costi che i governi nazionali affronteranno per finanziare il reddito di quanti si trovano temporaneamente senza lavoro in questa fase difficile. È una iniziativa positiva, poiché consentirebbe di emettere obbligazioni europee per un importo massimo di 100 miliardi di euro, a fronte di garanzie statali intorno ai 25 miliardi di euro", scrive ancora, evidenziando: "Ma le risorse necessarie per sostenere i nostri sistemi sanitari, per garantire liquidità in tempi brevi a centinaia di migliaia di piccole e medie imprese, per mettere in sicurezza l’occupazione e i redditi dei lavoratori autonomi, sono molte di più".  "E questo - sottolinea ancora Conte - non vale certo solo per l’Italia. Per questo occorre andare oltre. Altri player internazionali, come gli Stati Uniti, stanno mettendo in campo uno sforzo fiscale senza precedenti e non possiamo permetterci, come italiani e come europei, di perdere non soltanto la sfida della ricostruzione delle nostre economie, ma anche quella della competizione globale".

  • Notizie
    Askanews

    Intellettuali tedeschi: L'Europa vive o muore con l'Italia -2-

    Roma, 3 apr. (askanews) - Nelle ultime 24 ore in Italia è morto un migliaio di persone a causa del Corona Virus. Questa notizia non viene da un altro pianeta o da un continente lontano. Arriva da un paese vicino, un paese fondatore dell'Unione Europea, un paese di cui noi amiamo la luce, la cultura e il buon umore. ...

  • La collina Rosa in Giappone: lo spettacolo del parco Higashimokoto
    Notizie
    Viaggiamo

    La collina Rosa in Giappone: lo spettacolo del parco Higashimokoto

    I dettagli della curiosa collina rosa in Giappone che fiorisce ogni anno e si tinge in modo surreale.

  • Torna dal lavoro alle 23, ma per la GdF è troppo tardi: multa di 550 euro
    Notizie
    notizie.it

    Torna dal lavoro alle 23, ma per la GdF è troppo tardi: multa di 550 euro

    Un uomo torna dal lavoro alle 23, ma viene fermato dalla Guardia di Finanza e prende una multa: per gli agenti era troppo tardi.

  • Scossa di terremoto a nord-est di Roma: magnitudo pari a 3.2
    Notizie
    notizie.it

    Scossa di terremoto a nord-est di Roma: magnitudo pari a 3.2

    Una scossa di terremoto di magnitudo pari a 3.2 è stata avvertita nei pressi di Roma: moltissime le segnalazioni degli utenti su Twitter.

  • Coronavirus, gli esperti: "No apertura scaglionata, meglio un mese di quarantena in più"
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Coronavirus, gli esperti: "No apertura scaglionata, meglio un mese di quarantena in più"

    Aprire alcune regioni prima di altre sarebbe rischioso secondo gli esperti Rezza e Demicheli.

  • Meghan Markle ed Harry indebitati: il principe dovrà lavorare?
    Notizie
    notizie.it

    Meghan Markle ed Harry indebitati: il principe dovrà lavorare?

    Meghan Markle e il principe Harry sarebbero talmente indebitati con la Corona da dover correre ai ripari: la richiesta dell'ex attrice

  • Mani lavate viste al termoscanner: gli scatti a confronto
    Notizie
    notizie.it

    Mani lavate viste al termoscanner: gli scatti a confronto

    Kristen Bell ha pubblicato sui social le foto delle mani lavate e viste al termoscanner: i risultati efficienti per prevenire il coronavirus.

  • Promettevano cura contro il coronavirus, denunciata coppia
    Notizie
    Adnkronos

    Promettevano cura contro il coronavirus, denunciata coppia

    Si erano inventati una ricetta con la quale promettevano di curare il Coronavirus. Marito e moglie, entrambi amministratori di una società di Peschiera Borromeo, nel milanese, da anni nel campo dei prodotti farmaceutici e degli integratori, sono così stati denunciati per frode dalla Guardia di Finanza di Torino nel corso di un’operazione, coordinata dalla procura di Milano, che ha portato al sequestro di oltre 170 mila prodotti parafarmaceutici e integratori.  Dalle indagini è emerso che la coppia pubblicizzava sul sito della società una sorta di ‘protocollo medico’ da loro ideato, che prometteva una cura efficace contro il Coronavirus attraverso la somministrazione di integratori sommati ad altre terapie non meglio specificate. Nel corso dell’operazione i finanzieri hanno oscurato i siti web della società nonché le pagine di un noto social network dove, tra l’altro, si esortavano gli utenti ‘a leggere con attenzione e condividere’ i vari consigli medico-terapeutici. Parte degli integratori e dei prodotti parafarmaceutici sequestrati dai militari erano destinati al mercato europeo, dato che la società coinvolta nell’indagine annoverava clienti in Francia, Austria, Germania e Svizzera.

  • Notizie
    AGI

    Un milione di casi nel mondo. Ma non per l'Australia: "Sono 5-10 volte di più"

    Sale a 115.242 il numero degli italiani risultati positivi al coronavirus dall'inizio dell'epidemia, una crescita di 4.668 casi rispetto a ieri (quando l'incremento era stato di 4.782). Sono i dati forniti dalla Protezione civile nel bollettino delle 18. Si conferma dunque il trend stabile.Sono 760 i decessi in un giorno, contro i 727 di ieri, e 1.431 i guariti, contro i 1.118 di ieri. Anche grazie a quest'ultimo dato frena l'aumento degli attualmente positivi, da +2.937 di ieri a +2.477 di oggi. Ma soprattutto, si conferma il trend in calo dei ricoveri: quelli ordinari erano aumentati ieri di 211 unità, oggi di 137. Molto contenuto anche l'aumento delle terapie intensive: ieri +12, oggi +18.Nel dettaglio, sono 83.049 le persone attualmente positive, di cui 28.540 ricoverate con sintomi, 4.053 in terapia intensiva e 50.456 in isolamento domiciliare. Il numero totale dei guariti sale a 18.278, quello delle vittime a 13.915 I numeri in Lombardia"Il trend sta migliorando, valutandolo su piu' giorni. Non va abbassata la guardia". Dall'inizio dell'emergenza coronavirus in Lombardia sono stati registrati 46.065 casi, +1.292 da ieri. Sono invece 357 i morti rispetto a ventiquattr'ore fa. Dall'inizio dell'emergenza il totale sale a 7.960. Lo ha reso noto il vicepresidente lombardo, Fabrizio Sala, nell'aggiornamento quotidiano sull'emergenza coronavirus. Ieri i decessi registrati erano 394.

  • Notizie
    Askanews

    Intellettuali tedeschi: L'Europa vive o muore con l'Italia -3-

    Roma, 3 apr. (askanews) - In Sassonia vengono curati malati gravi provenienti dall'Italia, mentre pazienti francesi, privi di assistenza, sono curati nella Saar. Si nota un nuovo clima: valori come solidarietà, empatia e gioia stanno diventando popolari. Ma sulla questione decisiva, i paesi del Nord esprimono freddezza nei confronti dei fratelli e sorelle del Sud. Si rifiutano categoricamente di approvare un fondo garantito da tutti membri dell'Unione Europea che permetterebbe ai paesi più colpiti di ottenere crediti urgentemente necessari per la sopravvivenza. ...

  • Sarabanda torna in tv: lo sfogo di Enrico Papi
    Notizie
    notizie.it

    Sarabanda torna in tv: lo sfogo di Enrico Papi

    In attesa del ritorno di Sarabanda in tv, Enrico Papi ha voluto dire la sua circa le decisioni relative ai palinsesti ai tempi del Coronavirus

  • Crolla un ponte mentre passa un camion: tragedia sfiorata in Sardegna
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Crolla un ponte mentre passa un camion: tragedia sfiorata in Sardegna

    Miracolosamente illese le due persone a bordo del compattatore dei rifiuti che stava transitando sul sovrappasso. Il fatto è avvenuto a Gonnesa.

  • Antonella Clerici, l’annuncio social piace ai fan: “Ci vediamo qui”
    Notizie
    DonneMagazine

    Antonella Clerici, l’annuncio social piace ai fan: “Ci vediamo qui”

    Antonella Clerici, attraverso Instagram, ha fatto un annuncio che ha mandato in brodo di giuggiole i suoi tantissimi fan.

  • Fontana a sindaci: cambio strategia tamponi imposto da aumento casi
    Notizie
    Askanews

    Fontana a sindaci: cambio strategia tamponi imposto da aumento casi

    Presidente Lombardia risponde a domande rivoltegli su Coronavirus

  • Decreto scuola: nessun bocciato, maturità online se non si torna in classe entro il 18 maggio
    Notizie
    Yahoo Notizie

    Decreto scuola: nessun bocciato, maturità online se non si torna in classe entro il 18 maggio

    Ecco la bozza, non ancora definitiva, sulle misure per la maturità e la conclusione dell'anno scolastico che andrà all'esame del Consiglio dei ministri previsto per venerdì

  • Realtà aumentata, come vedere gli animali in 3D realizzati da Google
    Notizie
    notizie.it

    Realtà aumentata, come vedere gli animali in 3D realizzati da Google

    Google ha recentemente implementato una nuova funzione di realtà aumentata che permette di poter osservare varie specie animali a grandezza naturale.

  • Crimi: "A inaugurazione ospedale Milano violate norme assembramenti"
    Notizie
    Adnkronos

    Crimi: "A inaugurazione ospedale Milano violate norme assembramenti"

    "Col decreto Cura Italia sono stati stanziati 50 milioni di euro, dei quali 8 milioni dati alla regione Lombardia. Vogliamo sapere che intende fare la regione di quegli 8 milioni. Mentre fanno l'inaugurazione di questa struttura a Milano, che ospita 24 pazienti, in pompa magna, violando tra l'altro tutte le norme legate agli assembramenti, forse dovrebbero anche auto-multarsi per queste attività... Mentre c'è questo, a Brescia si piangono ancora i morti. Noi vogliamo anche a Brescia una struttura temporanea". Lo dice ad 'Agorà' su Rai3 il viceministro dell'Interno e leader del M5S, Vito Crimi. "A Brescia abbiamo una situazione drammatica, quasi quanto quella di Bergamo. C'è un appello da parte dei sindaci bresciani a realizzare anche a Brescia una struttura temporanea che vada ad agganciarsi a quella dell'ospedale. Purtroppo da questo punto di vista la regione Lombardia non ha dato nessuna risposta" sottolinea Crimi.  Poi la precisazione sulle passeggiate con i figli, a proposito dell'ultima circolare del Viminale. "Non cambia niente, è stata sempre consentita l'attività motoria intorno a casa per necessità - ricorda - Se intorno casa, oltre a fare la mia attività motoria necessaria per il mio stato di salute, porto il mio bambino, è consentito, tutto qui. Non è cambiato nulla".  Quanto alle mascherine "stiamo cercando come governo di fare il possibile, si sta lavorando sugli esteri per avere la massima disponibilità possibile. La distribuzione avviene attraverso le regioni, stiamo cercando di dire alle regioni di dare contezza di come vengono distribuite queste mascherine. L'esigenza è quella di coprire anche quei medici che stanno assistendo le persone non ospedalizzate".  Riguardo alla sanità, Crimi sottolinea: "Noi siamo sempre stati per riportare la sanità a livello nazionale, perché oggi le regioni stanno dimostrando la differenza di trattamento".

  • Notizie
    Askanews

    Chiede evacuazione equipaggio, rimosso comandante portaerei Usa

    Lettera diffusa da quotidiano. 93 contagiati a bordo della Roosvelt

  • Notizie
    Askanews

    Coronavirus, Polizia potenzia i controlli su strade e autostrade

    Sanzioni amministrative per la violazione delle norme

  • Bobo Vieri e Costanza, genitori al tempo del Coronavirus
    Notizie
    notizie.it

    Bobo Vieri e Costanza, genitori al tempo del Coronavirus

    Bobo Vieri e Costanza Caracciolo sono tornati a casa con la piccola Isabel: le precauzioni dei due Vip al tempo del Coronavirus