Coronavirus, Veneto: Austria riapre, boccata d'ossigeno

Bnz

Venezia, 10 giu. (askanews) - "Un'altra boccata d'ossigeno per il nostro settore turistico. Tra pochi giorni, infatti, non ci saranno pi barriere per i tantissimi turisti di lingua tedesca che vorranno raggiungere il Veneto: da marted prossimo 16 giugno l'Austria aprir nuovamente i confini con l'Italia e le nostre destinazioni stanno gi lavorando da settimane per farsi trovare pronte e assicurare agli ospiti soggiorni sicuri e piacevoli, sia nelle strutture ricettive, sia nei diversi luoghi e ambienti abitualmente frequentati dai vacanzieri".

L'assessore al turismo della Regione del Veneto, Federico Caner, saluta con grande soddisfazione la notizia della riapertura della frontiera italo-austriaca comunicata oggi dal ministro degli esteri di Vienna, Alexander Schallenberg.

"Questo il risultato delle innumerevoli sollecitazioni che, anche insieme agli altri colleghi assessori regionali al turismo, abbiamo rivolto al Governo e soprattutto ai ministri competenti, per il ripristino, pur con tutte le attenzioni e le cautele del caso, delle condizioni essenziali affinch la nostra preziosa industria dell'ospitalit torni il pi possibile operativa - conclude Caner -. Dopo il via libera dato agli aeroporti veneti, ora anche i collegamenti via terra torneranno alla normalit e anticipo che nei prossimi giorni presenter un consistente piano di promozione regionale, attraverso il quale puntiamo a consolidare il ruolo di protagonista del Veneto nei mercati turistici internazionali".