Coronavirus, in Veneto test fai da te: risultato in pochi secondi

webinfo@adnkronos.com
·2 minuto per la lettura

"Bastano pochi secondi per il test fai da te che ha sperimentato il dottor Roberto Rigoli alla microbiologia nell'ospedale di Treviso, per primo". Lo ha annunciato il presidente del Veneto Luca Zaia che, in diretta, dalla sede della Protezione civile di Marghera ha sperimentato su di se il nuovo test 'fai da te', un kit simile a quello per la misurazione della glicemia o della gravidanza. "Come già per i test rapidi, che oggi funzionano il dottor Rigoli ha avviato ormai da giugno la sperimentazione sui nuovi test rapidi che saranno ora sperimentati da altre cinque microbiologie del Veneto".

"La sperimentazione avviene 'in doppio' - ha spiegato da parte sua il dottor Roberto Rigoli - ogni esame eseguito con il 'fai da te' viene infatti confermato con il classico tampone molecolare". Il governatore del Veneto davanti alle telecamere ha quindi fatto vedere che in pochi secondi si inserisce il tampone nelle fosse nasali e poi messo nella fiala con il reagente per avere il risultato in pochi secondi.

"Ad oggi alla microbiologia di Treviso abbiamo già sperimentato i test in doppio su oltre 3.000 soggetti tra pazienti di pronto soccorso e dipendenti della Ussl e l'affidabilità è risultata del 99,98%", ha spiegato il dottor Rigoli sottolineando che "il test puo rappresentare una buona alternativa al molecolare a condizione che sia fatto subito dopo il prelievo".

A questo punto ha sottolineato ancora il microbiologo, "al termine della sperimentazione invieremo i dati all'istituto superiore di sanità, e dopo il suo via libera i kit saranno pronti per la vendita nelle farmacie, e il cui costo alla produzione -ha spigato ancora Rigoli, "è inferiore ai 3 euro". Da parte sua il governatore del Veneto si è detto più che soddisfatto "di quanto sottolineato dal direttore della Oms Ranieri Guerra che ha confermato la possibilità di avere in tempi brevi nelle farmaci e i test in auto-somministrazione".

Coronavirus Veneto, oggi 1.966 nuovi casi: il bollettino

Zaia: "Metodo per scelta 'zone' dovrà essere modificato"