Coronavirus, Venturi (Emilia R.): ora andiamo al contrattacco

Pat

Bologna, 25 mar. (askanews) - Dopo aver affrontato la diffusione del Covid-19 "chiusi in un fortino", ora in Emilia-Romagna "passiamo al contrattacco". Lo ha detto il commissario per l'emergenza coronavirus in Emilia-Romagna, Sergio Venturi, che nel corso dell'aggiornamento quotidiano ha annunciato un'attività di profilassi per la quale verranno chiamate in ospedale le persone potenzialmente a rischio ma ancora residenti nelle proprie abitazioni.

"Stiamo modificando la nostra strategia sul virus - ha detto Venturi -. Rispetto a stare chiusi nei fortini come abbiamo fatto fino adesso cerchiamo di andare verso le case delle persone. Chiameremo nei prossimi giorni per una settimana le persone, una ad una, in ospedale. Cominceremo con Medicina" uno dei comuni in zona rossa. Quest'attività coinvolgerà "circa 300 persone che sono attualmente sintomatiche o positive".

"Le chiameremo negli ambulatori - ha proseguito il commissario -, verrà fatta un'attività di controllo periodico con anche la somministrazione di una profilassi determinata dagli infettivologi del Policlinico Sant'Orsola di Bologna insieme all'azienda territoriale di Imola".

(segue)