Coronavirus, Verona: 2mila controlli e inviti a restare a casa

Bnz

Verona, 14 mar. (askanews) - Proseguono i controlli, in tutto il territorio comunale, per verificare l'applicazione delle norme contro il contagio da Coronavirus. I risultati degli interventi e i nuovi servizi per i cittadini sono stati illustrati dal sindaco Federico Sboarina e dall'assessore alla Sicurezza Daniele Polato, nel punto stampa di questa mattina in municipio.

Dal 10 marzo, la Polizia locale ha controllato 1135 persone. Di queste 105 sono state denunciate ex articolo 650 (Inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità), 2 ex articolo 495/496 (Falsa attestazione) e 2 per spaccio di droga. Gli esercizi controllati sono stati 818. Le verifiche degli agenti hanno portato alla denuncia di 15 titolari (ex art. 650) e a 2 sanzionati amministrativamente.

Massima attenzione viene posta nei confronti dei supermercati. Oggi proseguiranno i controlli per garantire sicurezza ai dipendenti, che devono essere tutti dotati di guanti e mascherine, e soprattutto per assicurare il rispetto della normativa che impone distanza di sicurezza tra gli utenti e vieta gli assembramenti. Tutti i responsabili dei punti vendita alimentari vengono invitati a ferrei controlli dell'organizzazione. Sono state contattate per sensibilizzarle anche le associazioni di categoria.

Da questa mattina è attivo il Centro Operativo Comunale della Protezione civile, nella sua sede di via Sommacampagna. Il Coc è stato istituito dal sindaco con apposita ordinanza. Al centro fanno riferimento 250 volontari della Protezione Civile, divisi in 15 gruppi, che saranno impegnati per le esigenze primarie dei cittadini (assistenza sociale e anziani). Il Coc sarà operativo tutti i giorni dalle 8 alle 16, con il numero dedicato 045.8052113. Di fatto tutta la struttura era già attiva nei giorni scorsi, ma l'attivazione formale è stata fatta in via preventiva, nel caso ci fossero ulteriori necessità nelle prossime settimane.

Da ieri è partita, grazie ad Amia, la pulizia straordinaria e la sanificazione delle strade di tutti i quartieri della città. L'attività di igienizzazione, che avrà una cura particolare per le aree nei pressi dei cassonetti, durerà tre settimane. Le squadre di Amia, che prevedono l'utilizzo di 2 autobotti con prodotto igienizzante e 3 automezzi con ghibli, interverranno in tutte le Circoscrizioni, cominciando dalle arterie principali e, a rotazione, nelle altre vie.

Da oggi pomeriggio, sui pannelli informativi a messaggio variabile che si trovano lungo le strade cittadine si potrà leggere un messaggio univoco: "Coronavirus. Restate a casa. Ce la faremo". Sono già state contattate anche le autostrade A4 e A22 affinché condividano lo stesso messaggio sui pannelli attivi nei propri tratti di competenza.