Coronavirus, viceministro Sileri: positivo, continuo a lavorare

Cro/Ska

Roma, 14 mar. (askanews) - "Alcuni giorni fa ho avuto un contatto con un sospetto positivo. Appena mi sono accorto di avere dei sintomi mi sono isolato ed ho iniziato a lavorare a pieno ritmo da remoto. Test positivo. Ho seguito da subito tutti i protocolli come indicato dal Ministero della Salute. Mia moglie ed il piccolo stanno ancora bene, e seppur nella stessa casa, abbiamo diviso gli ambienti. Io e mia moglie siamo tornati a telefonarci come all'inizio della nostra storia! e ci facciamo forza insieme. Inoltre ho attenzionato tutti miei collaboratori e le persone con cui sono venuto in contatto, sempre come da protocolli sanitari. Tutti stanno bene. Riflettevo che in questi mesi da quando è iniziata questa guerra concentrato come ero non ho avuto il tempo di vedere cosa accadeva intorno a me inclusa la mutevole natura". Così il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri.

"Vedrò dalla finestra sbocciare il glicine per l'imminente primavera. Il mio impegno non viene assolutamente meno e continuo a lavorare da qui duramente e senza sosta. Ancora una volta voglio ringraziare il Sistema Sanitario Nazionale, medici e infermieri che stanno dando orgoglio al nostro Paese. Grazie ad ogni cittadino. C'è una sola possibilità: essere responsabili, coraggiosi e solidali e ce la faremo tutti insieme".