Coronavirus, Vitali: carceri fuori controllo, Bonafede che fa?

Rea

Roma, 9 mar. (askanews) - "Siamo stati facili profeti quando in occasione dell'inaugurazione dell'anno giudiziario avevamo sollecitato il Ministro della Giustizia ad attivarsi per far fronte all'insostenibile sovraffollamento delle carceri in uno alla grave carenza del personale penitenziario". È quanto affermato in una nota dal senatgore Luigi Vitali, già sottosegretario alla Giustizia, commentando le rivolte carcerarie in varie parti d'Italia in questi giorni.

"Il Covid19 ha solo messo a nudo la crisi del sistema penitenziario. Leggiamo di rivolte ed evasioni in molte carceri; di aggressioni a poliziotti penitenziari; di danneggiamenti all'interno degli istituti. Il ministro Bonafede, invece di portare avanti riforme liberticide dannose, se s'impegnasse a fronteggiare seriamente questa situazione farebbe una parte del suo dovere. Ma il Guardasigilli è sul problema? Allora dia contezza della sua esistenza e batta un colpo", ha concluso Vitali.