Coronavirus, von der Leyen: basta ingorghi a frontiere interne

Red

Bruxelles, 23 mar. (askanews) - Far cessare gli ingorghi e le attese per alle frontiere interne, stabilendo corsie preferenziali per il trasporto delle merci con attraversamenti entro 15 minuti, e sospensione dei divieti nazionali di circolazione per gli autotrasportatori le notte e nei giorni festivi. Sono due delle misure urgenti che la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, chiede agli Stati membri di attuare per garantire il buon funzionamento del mercato unico, senza interruzioni della catena di approvvigionamento per i cittadini e i sistemi sanitari durante la crisi della pandemia di Covid-19.

"È importante per noi tutti in periodo di crisi che l'accesso della popolazione alle forniture di base sia assicurato. E' importante che le medicine e i dispositivi di protezione e gli altri beni essenziali arrivino agli ospedali, gli ambulatori medici e le case di riposo", ricorda von der Leyen in un videomessaggio registrato diffuso oggi da Bruxelles.

"L'epidemia di coronavirus - prosegue la presidente della Commissione - ha un grande impatto sui trasporti europei. Le misure introdotte per rallentare la propagazione del virus hanno rallentato e a volte paralizzato i trasporti. Questo ritarda lo fornitura delle merci e può comportare delle penurie".

"La priorità e di sbloccare i principali assi di traffico nell'Unione europea", e per questo, annuncia von der Leyen - "oggi pubblichiamo le linee direttrici sulle corsie riservate", che fissano "quattro obiettivi per permettere dei miglioramenti reali sulle strade europee". (Segue)