Coronavirus, von der Leyen: basta ingorghi a frontiere interne -2-

Loc

Bruxelels, 23 mar. (askanews) -

Innanzitutto, "il passaggio attraverso una frontiera lungo una corsia riservata dovrebbe prendere 15 minuti al massimo. Questo weekend delle file di 40 km si sono formate a certi passaggi di frontiera con un tempo di attesa fino a 18 ore. Questo - avverte la presidente della Commissione - deve finire".

Secondo, "le corsie riservate devono essere aperte ai veicoli che trasportano qualsiasi tipo di merci. Le nostre catene di approvvigionamento sono strettamente integrate e dobbiamo garantire il passaggio di tutti i prodotti".

Terzo "i governi nazionali - afferma von der Leyen - dovrebbero sospendere tutte le restrizioni, per esempio per il trasporto durante la notte o nei giorni festivi. Viviamo una situazione eccezionale e dobbiamo dare prova di flessibilità".

Infine, quarto obiettivo, "dobbiamo ridurre Le formalità amministrative per i lavoratori del settore dei trasporti di tutte le nazionalità: bisogna permettere loro di attraversare più rapidamente le frontiere interne. I controlli sanitari alle frontiere - puntualizza la presidente della Commissione - possono costituire delle misure complementari utili contro il virus, ma devono essere organizzate in modo che la libera circolazione delle merci non sia bloccata".

"La lotta contro il virus prenderà molto tempo La forza e i mezzi per vincere questa lotta verranno dal nostro grande mercato unico: è la ragione per cui dobbiamo proteggerlo, ed è quello - conclude von der Leyen - che la io e la mia Commissione ci sforziamo di fare tutti i giorni".