Coronavirus: von der Leyen, 'condividere mascherine in Ue'

webinfo@adnkronos.com

Bruxelles limita le esportazioni di mascherine e altri dispositivi medici al di fuori dell'Ue. In un video messaggio su twitter, la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha annunciato: "Oggi abbiamo adottato uno schema di autorizzazione all'esportazione per queste attrezzature. Questo significa che queste esportazioni al di fuori dell'Ue devono avere un'esplicita autorizzazione dai governi dell'Unione Europea". 

"Dobbiamo condividere il materiale protettivo all'interno della Ue" nella lotta al coronavirus, è l'appello rivolto dalla presidente della Commissione europea. "I divieti nazionali di vendita ad altri Paesi europei non vanno bene. Dobbiamo aiutarci l'un l'altro. Nessun Paese può produrre da solo ciò di cui ha bisogno. Oggi è l'Italia che ha bisogno rapidamente di grandi quantità di questo materiale medico, ma fra qualche settimana saranno altri Paesi ad averne bisogno", ha sottolineato von der Leyen. 

Soddisfatto il presidente dell'Europarlamento, David Sassoli. "Dopo l’appello della presidente della Commissione Europea nessun governo assuma iniziative per limitare le forniture di materiale sanitario o adotti misure unilaterali per ridurre la libera circolazione nello spazio europeo -afferma Sassoli-. La battaglia è europea e dev’essere condotta con un forte coordinamento da parte degli organi dell’Unione. Solo così si potranno aiutare i cittadini europei ad affrontare questa sfida. Basta andare in ordine sparso".  

"Le sfide poste dalla diffusione del Covid-19 - continua Sassoli - dimostrano quanto sia necessario garantire che i valori della cooperazione e della solidarietà siano al centro dell'azione europea. Dobbiamo impegnarci per proteggere la salute dei nostri cittadini e di tutti coloro che ne hanno bisogno. Dobbiamo garantire un'adeguata fornitura e produzione di attrezzature mediche a livello europeo. I tentativi unilaterali non saranno efficaci contro un virus che non conosce confini". 

Secondo il presidente dell'Europarlamento, "nell'attuale crisi, è di vitale importanza che il nostro mercato interno e le nostre regole continuino a funzionare. Dobbiamo far in modo che le attrezzature mediche arrivino dove sono necessarie. Solidarietà, fiducia reciproca e cooperazione disinteressata sono principi che devono guidare le nostre azioni contro questa pandemia".