Coronavirus, von der Leyen: stop ingorghi alle frontiere interne

Coronavirus, von der Leyen: stop ingorghi alle frontiere interne

Bruxelles, 23 mar. (askanews) – Stop agli ingorghi e alle attese alle frontiere interne. La presidenre della Commissione europea, Ursula von der Leyen, chiede agli Stati membri di attuare delle misure per garantire il buon funzionamento del mercato unico, senza interruzioni della catena di approvvigionamento per i cittadini e i sistemi sanitari durante la crisi della pandemia di Covid-19.

“L’epidemia di coronavirus – ha detto in un videomessaggio – ha un grande impatto sui trasporti europei. Le misure introdotte per rallentare la propagazione del virus hanno rallentato e a volte paralizzato i trasporti. Questo ritarda lo fornitura delle merci e può comportare delle penurie”.

“Occorre stabilire corsie preferenziali per il trasporto delle merci per attraversamenti della frontiera in massimo 15 minuti. Questo weekend si sono formate code di 40 km ad alcune frontiere per un tempo d’attesa di 18 ore. Questo deve cessare”, ha dichiarato la presidente della commissione Ue che ha annunciato delle linee direttrici sulle corsie riservate.

“I governi nazionali devono sospendere alcune restrizioni, ad esempio il divieto di guida per gli autotrasportatori nel weekend o di notte. Viviamo in una situazione eccezionale, dobbiamo essere più flessibili”, ha concluso von der Leyen.