Coronavirus, "New York sta diventando come Italia"

webinfo@adnkronos.com

"Purtroppo, vediamo che New York sta andando verso l'Italia. Perché? Perché i numeri che vedete riflettono quello che è successo 2 settimane fa. Negli Usa abbiamo un sistema federale, i governatori devono decidere cosa è più appropriato per i loro stati. Ora bisogna agire per evitare di diventare la prossima New York o la prossima Italia". E' un passaggio dell'intervento del dottor Jerome Adams, Surgeon General degli Stati Uniti. Adams è il capo esecutivo degli United States Public Health Service Commissioned Corps e ha un ruolo paragonabile a quello di portavoce per le questioni di salute pubblica all'interno del governo federale. 

"I dati peggioreranno questa settimana -dice in collegamento con Cbs This Morning-. Peggioreranno prima di migliorare, tutti devono capire che la questione è seria. E' indispensabile che lo capiscano e che si rendano conto di cosa è necessario per abbassare la curva". 

"Sappiamo che ci vorrà un po' prima che la vita torni alla normalità. Voglio che l'America sappia questo: non vogliamo aspettare 15 giorni, non abbiamo nemmeno un giorno da perdere. Dobbiamo concentrarci su oggi, su questo momento".