Coronavirus: youtuber “viola” zona rossa di Codogno, denunciato per falso

coronavirus

Uno youtuber gira un video in cui viola la zona rossa del lodigiano messa in quarantena per il contagio di coronavirus, ma dopo vari accertamenti la polizia lo ha denunciato per pubblicazione di notizie false.

Coronavirus, youtuber finge di violare zona rossa

Lo scorso 26 febbraio uno youtuber aveva girato un video in cui sosteneva di aver violato la zona rossa del Lodigiano isolata, per poi postarlo sul suo profilo Instagram.

L’autore del video si chiama Francesco, alias ‘Social Boom’, classe 1996. Nel video spiega di essere entrato nella zona rossa “tranquillamente, passando tutti gli otto cerchi” di controlli, raccontando anche di aver incontrato una volante e di essersi fermato a parlare con gli agenti prima di decidere: “Una persona sana di mente se ne sarebbe andata. Ma ho detto: siamo a 50 metri da Codogno, proviamo a entrare“. Frase beffa finale, con sondaggio ai suoi followers: “Probabilmente cercheremo di rientrare. Fatemi sapere, con un sondaggio, se dobbiamo rientrare nei paesi colpiti da coronavirus“.

Scatta la denuncia

Il ragazzo in seguito è stato rintracciato dai carabinieri a Segrate; dagli accertamenti è risultato che non aveva mai violato davvero le zone rosso di Codogno: Le immagini erano state girate a Guardamiglio, uno dei paesi limitrofi, ma non ancora segnalato come zona rossa e quindi esente di controlli. Per questo è stato denunciato per la pubblicazione di notizie false ed esagerate.