Coronavirus, Zaia: ci preoccupa molto, unità di crisi aperta

Fdm

Belluno, 28 gen. (askanews) - Il Coronavirus "ci preoccupa molto. Abbiamo un'unità di crisi aperta costantemente con i direttori delle Ulss e il servizio centrale. Lunedì faremo un punto stampa per dare indicazioni". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, a margine dell'inaugurazione a Belluno dell'Hub "Veneto delle Dolomiti" della Luiss Business School. "Non si è ben capito ancora quale sarà lo sviluppo di questo virus che potrebbe diventare una pandemia o un'epidemia importante. Abbiamo già attivato quello che è l'abc in caso di contaminazione - ha ribadito Zaia -. Certo è che incrociamo le dita perché ci vuole anche un po' di fortuna in queste storie". "I dati che ci arrivano dalla Cina sono inquietanti, in un Paese nel quale si è capito chiaramente che le regole sono un'opinione - ha concluso Zaia -. E quando non ci sono regole e comportamenti etici compatibili, i risultati sono questi: scappano virus e non si capisce se esce da un laboratorio o cosa sia accaduto, il fatto è che oggi noi stiamo affrontando una pandemia".