Coronavirus, Zaia: danni vanno chiesti a chi diffonde fake news

Fdm

Venezia, 27 feb. (askanews) - "In Veneto non abbiamo chiuso imprese o locali ne' abbiamo fatto il coprifuoco ma la verità è che a livello internazionale si sta diffondendo la pandemia mediatica". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Veneto Luca Zaia, parlando con i giornalisti davanti alla sede della Protezione Civile di Marghera (Venezia). Il governatore ha quindi sottolineato che i danni causati dall'emergenza del coronavirus "dovremmo chiederli anche a tutti quelli che hanno fatto video fake e pubblicato materiale ignobile sui social network". "La psicosi c'e' ed e' inevitabile visto che sono stati alimentati per almeno un paio di mesi da immagini e video provenienti dalla Cina, molti dei quali falsi che mostravano la raccolta dei morti lungo le strade e altre boiate" ha concluso.