Coronavirus, Zaia: decisi tamponi a tappeto da 3.210 a 11.330-2

Bnz

Venezia, 16 mar. (askanews) - "La partita dei tamponi è per noi irrinunciabile - ha sostenuto con forza Zaia - a maggior ragione dopo il risultato di Vò Euganeo dove, criticati da più parti, facemmo il tampone a tutta la popolazione isolando 66 casi, con il risultato che oggi Vò è il territorio più sicuro d'Italia".

"Mi spiace - ha proseguito il governatore - che qualcuno continui a dire che sbagliamo, ma a questo punto, sinceramente ce ne freghiamo. Sono gli stessi che ci dicevano che le mascherine non servivano, che non ci hanno detto che il warning erano i respiratori automatici, che non ci dissero che questi pazienti assorbono ossigeno 20-40 volte in più di un normale ricoverato in terapia intensiva e che poteva nascere il problema del congelamento delle condotte di ossigeno negli ospedali, che non ci dissero che respiratori, mascherine e ossigeno erano il cuore del lavoro da fare".

"Tutti parlano delle posizioni dell'Oms - ha concluso Zaia - ma noi non l'abbiamo visto qui, in trincea. Abbiamo il massimo rispetto delle idee di tutti ma anche il dovere di pensare prima di tutto ai nostri cittadini e a metterli in sicurezza".