Coronavirus, Zaia: il metodo non vci va bene

Cro/Ska

Roma, 8 mar. (askanews) - "Il metodo non ci va bene. Abbiamo contestato con il comitato scientifico la classificazione delle tre province di Padova, Treviso e Venezia come tre aree rosse, perché non lo sono. Si tratta di tre cluster: uno a Treviso, che è di tipo ospedaliero. Qui abbiamo isolato 122 persone in totale tra ospedalieri, pazienti e cittadini. Il cluster di Padova è quello di Vo', con i 66 casi del comune isolati per 14 giorni e i nuovi tamponi che ci stanno dando ragione. E il cluster veneziano, anche questo ospedaliero. A fronte di cluster circoscritti, e che non interessano in maniera diffusa la popolazione generale, non si comprende questa misura che appare scientificamente sproporzionata all'andamento dell'epidemia", così il governatore del Veneto Luca Zaia ai microfoni di Radio 1 nel corso dello speciale sul coronavirus.

"Questo decreto - ha aggiunto il governatore Zaia a Radio1 - è inoltre difficilmente interpretabile su molte misure, per esempio il trasporto delle merci. Ci vorrà una nota interpretativa. Noi abbiamo 600mila imprese. Cosa diciamo loro?".