Coronavirus, Zaia: la task force è attiva in tutte le Ulss

Fdm

Venezia, 1 feb. (askanews) - "Il presidio c'è ed è ben collaudato, perché è attivato dall'organizzazione studiata sin nei minimi particolari dal 2012 e che, nel caso del Coronavirus, è scattata immediatamente con il coordinamento regionale e il coinvolgimento di tutte le Ulss, i medici di medicina generale e la sanità ospedaliera". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, durante una conferenza stampa a Venezia, riferendosi all'emergenza Coronavirus.

"E' presumibile che, come nel caso dell'influenza stagionale quando il picco non e' stato ancora raggiunto - ha proseguito Zaia -, possano esserci altri casi sintomatici del Coronavirus. Siamo però pronti ad affrontare la situazione e mi sento di raccomandare i cittadini di non farsi prendere dal panico e di rivolgersi con fiducia alla rete sanitaria. Le persone che vogliono avere informazioni possono chiamare il numero telefonico 1500 attivato dal ministero della Salute. In Veneto - ha sottolineato Zaia -, risponde il reparto di Malattie infettive dell'ospedale di Padova che effettua un primo triage telefonico".

"La squadra c'e', siamo attrezzati, preparati e siamo in grado di gestire con efficienza l'intera situazione, anche tenuto conto dell'ottima collaborazione con il commissario per l'emergenza Angelo Borelli, del quale conosco le alte capacità e con il quale sono costantemente in contatto" ha concluso il presidente della Regione.