Coronavirus, Zaia: nessun divieto per ristoranti o bar

Fdm

Venezia, 27 feb. (askanews) - "Vorrei ricordare che nessuno ha vietato ai cittadini di utilizzare i mezzi pubblici che sono vuoti. Nessuno ha vietato ai cittadini di andare nei ristoranti, che sono vuoti. Nessuno ha vietato ai cittadini di andare negli alberghi, che sono vuoti. Nessuno ha vietato ai cittadini di prenotare in Veneto le vacanze. Il tema è che a livello internazionale c'è un attacco bello e buono contro la nostra comunità". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, durante un punto stampa davanti alla sede della Protezione civile di Marghera (Venezia). "Vorrei ricordare che l'ordinanza del Veneto non chiudeva bar, ristoranti o quant'altro ma si rivolgeva a discoteche, musei, cinema e chiese" ha evidenziato Zaia. "Non vorrei che queste restrizioni, soprattutto del Veneto, diventassero l'alibi per qualcuno per dire che è colpa delle restrizioni - ha concluso -. Il virus c'è e colpisce ma siamo davanti a una pandemia mediatica".