Coronavirus, Zaia: nessuno pu dirci cosa accadr in autunno

Fdm

Venezia, 6 giu. (askanews) - "Ora dobbiamo avvicinarci all'autunno e ci confronteremo con la fase influenzale. Il Covid-19, nella prima ondata, ha preso la coda finale dell'influenza, essendo arrivato a febbraio, ma se dovesse tornare nell'autunno 2020, l'aspetto negativo che arriverebbe all'inizio dell'influenza, e quindi c' il rischio di una sovrapposizione". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, nel corso del quotidiano punto stampa presso la sede della Protezione Civile di Marghera (Venezia).

"Lo scenario peggiore, se mai ci toccher, quindi quello di avere magari sia pazienti coronavirus sia pazienti con un'influenza forte. Lo scenario migliore - ha aggiunto Zaia - invece che non si ammali nessuno e la si finisca cos". "Questo non escluso, nessuno pu dircelo", ha concluso.