Coronavirus, Zaia: "Non escludo restrizioni più gravi"

webinfo@adnkronos.com

"Escludo che nei prossimi giorni ci possa essere un alleggerimento delle restrizioni decise, non posso escludere invece che ci possa essere un aggravamento delle stesse". Lo ha detto il presidente del Veneto Luca Zaia, dopo il videocollegamento con la sede della Protezione Civile a Roma a cui hanno preso parte i presidenti delle altre regioni italiane. E Zaia ha sottolineato: "Ho chiesto che le norme possano essere uniformi da Nord a Sud, perché questa situazione a macchia di leopardo non può dare i risultati sperati ".  

In Veneto alle 17 di oggi sono stati registrati 771 casi positivi al coronavirus, più 27 casi rispetto alla rilevazione di questa mattina alle ore 7.30. Di questi 203 sono ricoverati, 61 dei quali in terapia intensiva; dal 21 febbraio 37 sono stati dimessi dalle strutture ospedaliere e 21 deceduti. A Padova il maggior numero di casi con 186 positivi, seguita da Venezia 145, Treviso con 142 casi.