Coronavirus, Zaia scrive ad ambasciata cinese: "Questione chiusa"(LA LETTERA)

webinfo@adnkronos.com

"Per me la questione con l'ambasciata cinese è assolutamente chiusa. Non è il mio stile e il ragionamento era tutt'altro. Ho chiesto scusa. Quando ci si esprime male lo si deve sempre fare". Lo ha detto il governatore del Veneto Luca Zaia. "Ieri ho scritto all'ambasciatore, il quale non mi ha ancora risposto", ha aggiunto. 

Zaia ha scritto all'ambasciatore cinese in Italia dicendosi "davvero dispiaciuto per quanto accaduto", in relazione a una intervista di tre giorni alla Tv Antenna Tre in cui affermava tra l’altro che "abbiamo visto tutti i cinesi mangiare topi vivi". "Le scrivo non per accampare scuse: quando si sbaglia, si sbaglia. E a nulla valgono giustificazioni basate sulla stanchezza accumulata in questi giorni di grande tensione o sulla frettolosità di esposizione di concetti e di ragionamenti", un passaggio della missiva.