Coronavirus, Zaia: scriviamo piano per Fase 4 autunnale

Fdm

Venezia, 15 giu. (askanews) - In merito ad una possibile nuova ondata di Coronavirus in autunno "stiamo scrivendo un piano che riguarda quella che io chiamo la 'Fase 4', un piano che prevederà lo schieramento dell'artiglieria pesante. Sarà pronto per il 15 di luglio e verrà validato dal Comitato Tecnico Scientifico". Lo ha dichiarato il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, nel corso del quotidiano punto stampa presso la sede della Protezione Civile di Marghera (Venezia).

"Sarà una fase comunque complicata - ha aggiunto Zaia - perché anche se non avessimo il Covid-19 in autunno, comunque avremmo quelli che sono i mali di stagione, l'influenza e le malattie da raffreddamento, e dobbiamo metterci nella testa di tutti coloro che avranno due linee di febbre o la tosse. Penso che nove su dieci avranno il dubbio di avere il coronavirus. Dico questo perché noi, anche se non ci sarà il Coronavirus, dovremo comunque schierare l'artiglieria pesante, attuando subito la discriminante tra i Covid-19 e quelli non".

"Stiamo scrivendo un piano ad hoc per questo - ha ribadito Zaia -, ovviamente passando per le terapie sub-intensive, le intensive, le malattie infettive. Si tratta di un piano che ora possiamo scrivere con molta più preparazione e precisione rispetto a prima". "Un elemento fondamentale sarà quello del testing e della diagnostica - ha sottolineato il governatore veneto -. E' ormai innegabile che, trattandosi di una pandemia che coinvolge il mondo intero, l'evoluzione che ci sarà da qui ad ottobre per quanto riguarda i test diagnostici, i farmaci e l'eventuale vaccino, ci catapulterà in un'era glaciale diversa da quella di oggi".