Coronavirus, Zangrillo: dietro satira, attacco a made in Italy

Prs

Torino, 3 mar. (askanews) - "Il video choc della pizza coronavirus oltrepassa però il limite della decenza con un chiaro e subdolo intento: quello di attaccare il made in Italy e mettere in ginocchio il nostro Paese per avvantaggiarsene". Ne è convinto il deputato e coordinatore piemntese di Forza Italia, Paolo Zangrillo, che ha ricordato: "Non è la prima volta che altri Stati si nascondono dietro al diritto alla satira per attaccare l'Italia. Abbiamo ancora tutti negli occhi le copertine o vignette di Charlie Hebdo, Spiegel, Frankfurter Allgemeine Woche, The Economist, Suddeutsche Zeitung apparse negli scorsi mesi. Raffigurazioni idiote spesso costruite in spregio anche dei morti, come è avvenuta per quella confezionata in occasione del crollo del Ponte Morandi o del terremoto".

"Spiace visto che l'emergenza coronavirus che sta vivendo l'Italia poteva essere una grande occasione per l'Europa di convincere i suoi detrattori che nel momento del bisogno è una Istituzione sulla quale contare. Invece gli Stati continuano ad andare avanti in ordine sparso, anche e soprattutto quelli che non mancano occasione di prendere le distanze dai sovranismi. I primi sovrasti sono loro purtroppo", ha osservato l'esponente di Forza Italia.

"Attendendo le scuse della Francia, che se mai arriveranno saranno solo di facciata visto il reiterarsi di questi episodi, auguro ai cugini transalpini che la pandemia non si espanda come da noi. Per noi italiani non ci sono morti di serie a e di serie B, né paesi all'interno dell'Unione che vengono prima di altri. Quando lo impareranno forse il processo di integrazione Ue farà un passo in avanti decisivo, per ora siamo ancora molto lontani", ha concluso.