Coronmavirus, Pd Lombardia: rivedere restrizioni della zona gialla

fcz
·1 minuto per la lettura

Milano, 26 feb. (askanews) - Bisogna modificare le restrizioni attulamente in vigore nella cosiddetta cosiddetta "zona gialla" della Lombardia per evitare che interi settori economici della Regione finiscano in ginocchio. Lo chiede il gruppo regionale del Pd in una lettera inviata questo pomeriggio al presidente della Regione, Attilio Fontana, e al ministro della Salute Roberto Speranza. In particolare, i dem lombardi chiedono che i mercati rionali siano parificati a iper e supermercati, magari rivedendo il divieto di apertura al sabato. E' poi necessario che Trenord riveda le rimodulazioni e limitazioni in atto, ovviamente ad esclusione della zona rossa, per non penalizzare eccessivamente i pendolari. A giudizio del Pd lombardo vanno poi riviste le decisioni del settore museale, dello spettacolo e dello sport, per non bloccare completamente l'attività nel caso sia possibile garantire una concentrazione non troppo eccessiva di persone. Infine, il gruppo regionale del Pd chiede di valutare, sulla base dell'evoluzione epidemiologica, l'opportunità di modificare i confini della zona gialla per consentire la ripresa delle attività nelle zone considerate a rischio più basso. "Posto che la tutela della salute ha la massima priorità - osserva il capogruppo al Pirellone Fabio Pizzul - chiediamo alla Regione e al ministro Speranza di comprendere le grandi difficoltà in cui rischia di trovarsi ben presto il tessuto economico lombardo. Se le valutazioni sulla diffusione del virus fossero compatibili, chiediamo a Fontana e Speranza di apportare alcune modifiche alle restrizioni in atto, per contenere il più possibile le conseguenze economiche dell'emergenza dovuta alla diffusione del virus". Il gruppo regionale del Pd segnala infine la necessità di fornire ai comuni indicazioni precise sull'applicazione delle disposizioni emanate, visto che le risposte contenute nella sezione FAQ del sito della Regione non sempre risultano univoche e di facile applicazione per gli amministratori locali.