Coronvirus, striscione contro la sanità di Napoli a Milano: “Infami”

Coronavirus striscione contro Napoli a Milano

Nella città di Milano è spuntato uno striscione rivolto contro la sanità di Napoli, al centro di un presunto caso di assenteismo di massa durante l’emergenza coronavirus. La scritta ha già fatto molto discutere e creato polemiche anche nel mondo del calcio.

Coronavirus: striscione contro Napoli a Milano

A firmarla è infatti stata la Curva Nord di San Siro, quella dove siedono i tifosi interisti. Queste le parole imbrattate sullo striscione: “La tua sanità è uguale alla tua mentalità. Infami“. Poi in fondo a destra la sigla C. N. 69 scritta a caratteri nerazzurri che lascia intendere a chi debba essere ricondotta.

Non si tratta certo del primo gesto del genere da parte dei tifosi. Soltanto a febbraio, poco prima della doppia sfida di Coppa Italia Inter-Napoli, fuori dallo stadio di San Siro era apparso un altro striscione che recitava: “Napoletani figli del colera vi mettiamo in quarantena“.

A scatenare l’ennesima ira nei confronti dei napoletani era stata la notizia secondo cui all’Ospedale Cardarelli del capoluogo campano 249 medici si fossero messi in malattia in un periodo critico a livello sanitario. A dare l’allarme era stato un esponente del Dipartimento per le Emergenze che aveva avviato un’indagine interna a cui era seguita l’apertura di un fascicolo da parte della Procura. Dopo poche ore era però arrivata la smentita da parte della direzione del presidio ospedaliero che aveva negato tutto e affermato che gli operatori sanitari assenti giustificati per malattia erano soltanto 33.