Corpo di generale napoleonico ritrovato in Russia due secoli dopo -2-

Ihr

Roma, 6 nov. (askanews) - Per confermare la scoperta, sono stati prelevati dei campioni dai resti dei familiari. I test eseguiti sul fratello, la madre e un figlio sono risultati positivi. Quest'ultimo, Charles Gabriel Caesar, aveva accompagnato Napoleone la sera di Waterloo. Fu a lui che l'imperatore avrebbe consegnato il cannocchiale in cui aveva appena visto crollare la sua Guardia, trascinando l'Impero con sè, prima di ordinargli di fuggire dal campo di battaglia.

L'esumazione si è svolta il 16 ottobre nella cappella della famiglia, nel piccolo cimitero di Saint-Maurice d'Aveyron. "Non mi ha esaltato, ma era l'unico modo per essere sicuro che fosse lui", ha detto al settimanale francese Alberic d'Orleans, uno dei discendenti. "Volevo, per rispetto, che ciò avvenisse in modo privato", ha aggiunto. I campioni sono stati prelevati dal team di Michel Signoli, antropologo dell'Università di Aix-Marsiglia, alla presenza del sindaco e del sottoprefetto. (Segue)