Corpo trovato tra due stazioni

·2 minuto per la lettura
Cadavere sui binari
Cadavere sui binari

Questa mattina, 19 aprile 2021, il cadavere di una donna è stato trovato sui binari della linea ferroviaria Pisa-La Spezia, in Toscana. Il corpo è stato trovato tra le stazioni di Massa centro e Forte dei Marmi, in provincia di Lucca, nel territorio del Comune di Montignoso.

Cadavere di donna sui binari

La donna probabilmente è stata investita da un treno in transito, i cui macchinisti non si sarebbero accorti di nulla e avrebbero proseguito la corsa. Secondo la prima ricostruzione, ad invetire la donna sarebbe stato un treno proveniente da Forte dei Marmi. Attualmente sono ancora in corso le verifiche da parte della polizia ferroviaria, i cui agenti si sono immediatamente recati sul posto per effettuare i rilievi. Gli inquirenti dovranno accertare anche l’eventuale volontarietà di un gesto estremo da parte della donna. L’allarme è scattato alle 5.30 di questa mattina, lunedì 19 aprile, ma non è escluso che l’investimento possa essere avvenuto alcune ore prima, quando era ancora buio. Questo potrebbe spiegare per quale motivo il treno abbia proseguito la sua corsa.

La linea ferroviaria Tirrenica è stata interrotta al transito dei treni per alcune ore, in modo da consentire tutti i rilievi del caso e la rimozione della salma. La linea è ripresa solo in tarda mattinata, con evidenti disagi sul trasporto pubblico locale. La circolazione dei treni in direzione Pisa è stata regolata con l’uso di altri binari, ma i treni hanno dovuto viatggiare con una riduzione precauzionale di velocità nel tratto interessato, accumulando ritardi che sono andati oltre l’ora e mezza. Alcuni regional tra La Spezia Centrale e Pisa Centrale sono direttamente stati cancellati. I rallentamenti sono stati di 20 minuti per due treni ad Alta Velocità, fino ad arrivare a 110 minuti per 5 Intercity e 90 minuti per nove Regionali. Quattro regionali sono stati cancellati e quattro limitati nel percorso.