Corporate tax globale, accordo vicino dopo ok Irlanda, Estonia e Ungheria

·2 minuto per la lettura
Il ministro ungherese delle Finanze Minister Mihaly Varga durante una conferenza a Budapest

PARIGI (Reuters) - Un accordo globale per garantire che le grandi aziende paghino un'aliquota fiscale minima di almeno il 15% e rendere più difficile l'elusione delle tasse dovrebbe essere finalizzato oggi dopo che Irlanda, Estonia e Ungheria hanno accettato di firmare, lasciando isolati i pochi Paesi contrari.

L'accordo mira a porre fine a una "corsa al ribasso" durata quattro decenni da parte dei governi che hanno cercato di attrarre investimenti e posti di lavoro con una tassazione favorevole per le società multinazionali, consentendo loro di andare a caccia delle aliquote fiscali più vantaggiose.

I negoziati sono andati avanti per quattro anni, e si sono spostati online durante la pandemia, con il sostegno per un accordo da parte del presidente americano Joe Biden e con i costi del Covid-19 che hanno dato un'ulteriore spinta negli ultimi mesi. Circa 140 Paesi sono ora coinvolti.

L'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (Ocse) con sede a Parigi, che ha condotto i colloqui, dovrebbe annunciare il risultato dei colloqui odierni intorno alle 18,00.

L'accordo fisserà un'aliquota minima di imposta sulle società del 15% e permetterà ai governi di tassare una quota maggiore dei utili delle multinazionali straniere.

L'obiettivo è quello di impedire ai grandi gruppi di registrare utili in Paesi a bassa tassazione come l'Irlanda, indipendentemente da dove si trovano i propri clienti finali, un problema che è diventato sempre più pressante con l'ascesa dei giganti tecnologici che possono fare il proprio business con facilità ovunque nel mondo.

L'Irlanda e l'Estonia hanno ritirato le proprie obiezioni ieri, mentre l'Ungheria ha detto che aderirà all'accordo oggi.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Maria Pia Quaglia, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli