Corretta gestione oli usati e multiutility, iniziativa Conou a Bologna

webinfo@adnkronos.com

Un appuntamento per ribadire norme e pratiche per una corretta gestione degli oli lubrificanti usati che scaturiscono, ad esempio, dalle operazioni di manutenzione delle flotte di mezzi utilizzati dalle multiutility.  

Attraverso la collaborazione con Utilitalia (la Federazione delle imprese idriche, ambientali ed energetiche), il Conou- Consorzio Nazionale per la Gestione, Raccolta e Trattamento degli Oli Minerali Usati ha incontrato oggi, nella sede le Gruppo Hera a Bologna, nell’ambito del road show denominato CircOILeconomy, i rappresentanti di alcune delle principali realtà aderenti alla Federazione.  

"Grazie alla preziosa collaborazione di Utilitalia, intendiamo sempre più ingaggiare fattivamente le multiutilitiy, grandi detentrici di oli lubrificanti usati soprattutto per le grandi flotte di mezzi di cui sono dotate, così da ribadire il principio secondo cui una corretta gestione di questo rifiuto pericoloso può determinare un vantaggio per il conto energetico che il nostro Paese deve pagare annualmente - sottolinea Riccardo Piunti, vicepresidente Conou - Evitare la miscelazione impropria con altri rifiuti liquidi pericolosi deve essere obiettivo di tutti, sia per garantire il rispetto delle norme e leggi in materia che per rendere possibile la rigenerazione degli oli producendo nuove basi lubricanti, garantendo un processo di ri-raffinazione efficiente e garantire una qualità della base rigenerata adeguata agli standard, sempre migliorati, richiesti per produrre oli lubrificanti nuovi". 

Grazie alla collaborazione con Utilitalia, il roadshow di CircOILeconomy proseguirà nei prossimi mesi il suo itinerario nelle principali città italiane (www.conou.it).