A Corridoi umanitari premio Nansen regionale per la pace -3-

Red/Mos

Roma, 18 set. (askanews) - Il primo corridoio, attivato nel dicembre 2015 in risposta al sempre crescente numero di morti in mare, ha visto il trasferimento di 1.035 rifugiati, soprattutto di origine siriana dal Libano; il secondo, attivato nel gennaio 2017, il trasferimento dall'Etiopia di 498 rifugiati provenienti prevalentemente da Eritrea e Somalia; e il terzo, attivato nel novembre 2017, il trasferimento di altri 595 rifugiati siriani dal Libano. Inoltre, nel maggio 2019 è stato firmato un quarto protocollo di intesa che prevede il trasferimento di altri 600 rifugiati da Giordania, Etiopia e Niger.

Le realtà promotrici del programma assicurano a loro spese il trasferimento dei rifugiati in Italia, cosi come l'accoglienza e l'assistenza necessaria per riuscire ad avviare percorsi di intergrazione nel nostro Paese. (Segue)