Corruzione, ad Anas: a Catania comportamenti inaccetabili

Red/rus

Roma, 21 set. (askanews) - In riferimento agli arresti eseguiti a Catania, Anas comunica che, appena appresa la notizia, ha subito avviato le procedure amministrative per l'accertamento delle responsabilità dei soggetti coinvolti e l'adozione dei necessari provvedimenti.

"I fatti accaduti - ha dichiarato l'ad di Anas Massimo Simonini - sono gravissimi e inaccettabili. Anas è un'azienda sana, fortemente impegnata nel contrasto dell'illegalità ed in particolare della corruzione.

Anas, oltre a condannare in maniera netta l'episodio garantendo che i responsabili saranno perseguiti con assoluto rigore, rafforzerà ulteriormente le misure interne di controllo per evitare il ripetersi di questi episodi di corruzione.

Questi comportamenti, oltre a lasciare sconcertati, fanno soltanto male all'immagine di una società dove migliaia di persone lavorano ogni giorno con professionalità, sacrificio, spirito di servizio e onestà per fornire al Paese il servizio essenziale della mobilità sulla rete stradale e autostradale. Siamo fiduciosi nell'operato della magistratura e delle forze dell'ordine, con le quali collaboreremo attivamente per fornire ogni utile contributo all'accertamento delle responsabilità".